846mila euro di fondi regionali per l’acquisto di nuovi autobus urbani a basso impatto ambientale

Il Comune di Foggia sarà destinatario di un contributo regionale di 846mila 631 euro legato all’ammodernamento del trasporto pubblico locale. Il finanziamento rientra nel Programma della Regione Puglia destinato al miglioramento della qualità dell’aria ed è finalizzato all’acquisto di autobus nuovi di categoria “euro VI” a bassissimo impatto ambientale. A darne notizia è stato l’Amministratore Unico di Ataf SpA, Luigi Fiore, nel corso dell’incontro tenutosi ieri presso la sede dell’azienda ex municipalizzata alla presenza del sindaco di Foggia, Franco Landella, del consigliere comunale Salvatore de Martino, del personale dipendente, dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali e del direttore Massimo Dicecca. In ragione del termine del 31 dicembre 2014 entro il quale la procedura dovrà concludersi ed al fine di consentire il rispetto della scadenza, la Regione Puglia ha sollecitato i Comuni ammessi al finanziamento affinché trasmettano a Bari gli atti necessari (contratti, fatture, copie delle carte di circolazione) indifferibilmente entro il 15 settembre 2014. Il primo cittadino ha dunque delegato Ataf SpA all’espletamento dell’iter di gara per l’acquisto degli autobus, vincolando la stessa azienda a farsi carico sia della quota di cofinanziamento sia dell’Iva, oltre che del completamento di tutti gli adempimenti previsti nella nota della Regione entro e non oltre il 1 settembre 2014.

L’azienda ha quindi predisposto gli atti di gara e pubblicato il bando sulla GUCE lo scorso 30 luglio, con scadenza per la presentazione delle offerte il prossimo 29 Settembre. «Un passaggio che consentirà di chiudere l’iter in tempo utile per accedere ai finanziamenti regionali e avere la disponibilità degli autobus nei primi mesi del 2015 – spiega il sindaco Landella –. Il Comune di Foggia, al fine di venire incontro alle esigenze di mobilità urbana, sta inoltre predisponendo un piano di finanziamento con risorse proprie dell’Ente finalizzato all’acquisto di ulteriori autobus, in modo da incrementare e potenziare un parco mezzi che non viene rinnovato ormai da 7 anni». L’incontro di ieri è stato anche l’occasione per affrontare le questioni inerenti l’efficienza del servizio di trasporto e la sua riorganizzazione. «Il servizio di trasporto urbano riveste un’importanza strategica per la nostra città. Si tratta, ovviamente, di un servizio che risente delle difficoltà strutturali legate alla sua tenuta economica e alla fonte principale del suo approvvigionamento finanziario, che resta il contributo regionale – spiega il primo cittadino –. Proprio sulla riorganizzazione del servizio nelle ultime settimane abbiamo registrato una divergenza di opinioni tra le organizzazioni sindacali e la dirigenza dell’azienda. Oggi, anche grazie al lavoro di mediazione condotto dall’Amministrazione comunale, si sono riannodati i fili di un dialogo proficuo e virtuoso».

«Da questo punto di vista voglio esprimere un ringraziamento ad entrambe le parti per la disponibilità al confronto manifestata, che si è sviluppata sul merito dei temi e delle strategie da mettere in campo – sottolinea il sindaco di Foggia –. L’Ataf SpA rappresenta un patrimonio della città, che è nostra intenzione valorizzare. Tanto con riferimento alla situazione del personale dipendente quanto per ciò che riguarda le modalità di espletamento del servizio, la volontà del Comune è quella di essere parte attiva del processo di definizione delle nuove strategie operative da mettere in campo». Nella giornata di lunedì, infatti, si insedierà il tavolo tecnico, proposto dall’Amministrazione comunale, che si occuperà di discutere della definizione del servizio che entrerà in vigore il prossimo 8 settembre. «È una strada che abbiamo indicato al fine di affrontare i problemi posti dai lavoratori e dai sindacati e nel contempo con il dichiarato obiettivo di non penalizzare l’utenza, che resta il nostro principale punto di riferimento – dichiara Landella –. Sono fiducioso che insieme sarà  possibile condividere le soluzioni migliori e più utili a tutelare tutte le esigenze che sono state manifestate sino ad oggi».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi