Abusivismo commerciale, aggredito Tenente della Squadra Annonaria

Nella serata di ieri un Tenente della Squadra Annonaria del Corpo di Polizia Municipale è stato aggredito fisicamente nel corso del sequestro di una rivenditoria ambulante abusiva di prodotti ittici, ubicata in via della Repubblica, angolo vico Teatro. Alla richiesta di fornire le proprie generalità, il fratello del commerciante abusivo, che era presente sul posto, si è rifiutato e invitato a seguire gli uomini della Polizia Municipale per la necessaria identificazione, propedeutica alle operazioni di sequestro, ha opposto resistenza ed aggredito il Tenente. L’uomo e suo fratello – cittadini foggiani di 45 e di 37 anni, il primo dei quali risultato sottoposto a misura di sicurezza – entrambi protagonisti all’aggressione sono stati dunque accompagnati in caserma e, successivamente, in Questura con l’ausilio di personale della Polizia di Stato per gli accertamenti di rito e tratti in arresto per resistenza, violenza e minacce a Pubblico Ufficiale in regime di detenzione domiciliare.
«Al Tenente e agli agenti della Squadra Annonaria del Corpo di Polizia Municipale, a titolo personale ed istituzionale, voglio esprimere la mia completa solidarietà, ringraziandoli nel contempo per il lavoro difficile che quotidianamente svolgono contro il fenomeno dell’abusivismo commerciale – commenta il sindaco di Foggia, Franco Landella –. L’episodio che li ha visti coinvolti è profondamente grave e conferma la ferma volontà dell’Amministrazione di non indietreggiare di un solo passo in questa battaglia di legalità. Sarà mia cura portare quanto accaduto all’attenzione della prossima riunione del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, nel solco di quella collaborazione istituzionale che proprio qualche settimana fa è stata sancita attraverso la firma di uno specifico Protocollo di Intesa sulla materia».
«Agli agenti della Squadra Annonaria giunga la mia vicinanza ed il mio grazie per l’attività posta in essere per combattere la piaga dell’abusivismo. Non ci sono parole per commentare un’aggressione come quella di cui è rimasto vittima il nostro Tenente, che descrive bene quanta resistenza vi sia nei confronti del rispetto delle regole – aggiunge l’assessore comunale con delega alle Attività Economiche e alla Polizia Municipale, Claudio Amorese –. Per parte nostra non siamo disposti a fare sconti né a modificare la nostra inflessibilità verso l’abusivismo, che viceversa continueremo a combattere con determinazione e decisione, forti anche dei passi in avanti compiuti sul fronte della programmazione con l’approvazione del Documento Strategico del Commercio, che ha fissato regole e doveri per chi voglia praticare l’attività di commercio di aree pubbliche, e la recente stipula del Protocollo d’Intesa con il Prefetto di Foggia, Maria Tirone, il presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca, e i presidenti provinciali di Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato, Damiano Gelsomino, Carlo Simone e Roberta Paolini».