Aeroporto “Gino Lisa”, vertice in Regione tra il sindaco di Foggia, Franco Landella, il presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca, e gli assessori regionali al Bilancio e ai Trasporti, Leonardo Di Gioia e Giovanni Giannini

Vertice ieri mattina negli uffici della Regione Puglia tra il sindaco di Foggia, Franco Landella, il presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca, e gli assessori regionali al Bilancio e ai Trasporti, Leonardo Di Gioia e Giovanni Giannini. Al centro della riunione la vicenda inerente l’operatività dell’aeroporto “Gino Lisa”, con particolare riferimento alle richieste di documentazione formulate dalla Commissione Europea alla Regione Puglia al fine di verificare la compatibilità dell’investimento destinato all’allungamento della pista con le norme che disciplinano e regolano il regime dei cosiddetti “aiuti di Stato”.

Il primo cittadino e gli assessori regionali si sono confrontati sulla denuncia della parlamentare europea Barbara Matera, alla cui interrogazione la Commissione Europa aveva risposto, lo scorso 25 marzo, comunicando l’impossibilità di procedere ad una analisi approfondita del tema in ragione di una carenza documentale. Gli assessori Di Gioia e Giannini hanno rassicurato il sindaco di Foggia ed il presidente della Camera di Commercio, mostrando loto la fitta corrispondenza con gli uffici della Commissione Europea inerente anche i quesiti relativi al mese di dicembre e l’ultima risposta trasmessa alla Commissione, cui spetta adesso il pronunciamento sulla procedura e, dunque, sull’utilizzo dei 14 milioni di euro rivenienti dai fondi Fas e destinati all’allungamento della pista. Risposta alla quale la Regione Puglia ha allegato integralmente anche lo studio commissionato dalla Camera di Commercio all’Università Bocconi di Milano finalizzato a stimare il potenziale traffico passeggeri dello scalo della provincia di Foggia in regime di piena operatività.

In relazione agli adempimenti necessari al fine del riconoscimento dello status di “aeroporto di interesse nazionale” per il “Gino Lisa”, così come previsto dal Piano nazionale degli Aeroporti – che prevede nell’arco di un anno la presentazione del Piano Industriale per l’aeroporto, la dimostrazione della sua sostenibilità economica e finanziaria e/o l’assolvimento della cosiddetta funzione di “continuità territoriale” – si è ritenuto di aggiornare l’incontro al prossimo giovedì, in modo da discutere della questione alla presenza dell’Amministratore Unico della società “Aeroporti di Puglia”, Giuseppe Acierno. Un passaggio, quest’ultimo, previsto nel “cronoprogramma” di interventi discusso e condiviso dai componenti della “cabina di regia” istituzionale promossa ed insediata dal sindaco di Foggia.