Ai “Dialoghi di Archeologia” di Foggia, un “quasi giallo”

Il quinto appuntamento dei “Dialoghi di Archeologia” al Museo Civico di Foggia si tinge “quasi giallo”.
Nel ciclo di incontri organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia e dalla Fondazione “Apulia felix”, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti Paesaggio di Foggia e con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia (Di.st.um.), questa volta sarà protagonista Enrico Giannichedda, archeologo molto noto, che ha scritto un romanzo intitolato appunto “Quasi giallo”, che sta riscuotendo molto interesse da parte del pubblico e che è apprezzato dalla critica, al punto da essere selezionato per la 56^ edizione del Premio Campiello.
In un Dipartimento di Archeologia si intrecciano molte storie. Alla morte sospetta di un docente di numismatica fanno seguito furti, incendi, minacce, in un clima di tensione che coinvolge un giovane ricercatore impegnato la sera nella pasticceria paterna, una professoressa che non vuole invecchiare, una sensuale dottoranda e altri personaggi, molti dei quali hanno qualcosa da celare. Fra loro, un carabiniere interessato ai metodi archeologici e una bizzarra studentessa appassionata di romanzi gialli.
Intanto, a lezione e via mail, si affrontano altre storie. Antiche e controverse. L’uomo del Similaun fu realmente ucciso sul ghiacciaio? Chi realizzò la Sindone? La civiltà nuragica fu spazzata via da uno tsunami preistorico? I neanderthaliani del Circeo erano cannibali? Gli schiavi newyorkesi avevano rituali funerari segreti? E, più importante di tutte, l’archeologia può essere il movente di uno o più omicidi?
Interpretare fatti e testimonianze, però, non è mai facile. Le domande senza risposta si moltiplicano e le trame che uniscono passato e presente si complicano. Alcuni, benché increduli, scoprono allora che le proprie vite sono in pericolo e reagiscono. La storia, però, non si ferma e trascina tutti verso un drammatico finale.
Per scoprire di più, l’appuntamento è per giovedì 3 maggio, alle ore 18, al Museo Civico. Enrico Giannichedda dialogherà con Giulia Recchia, ricercatrice universitaria presso il Di.st.um. dell’Università di Foggia e Sebastiano Valerio, Ordinario di Letteratura Italiana presso il Di.st.um. dell’Università di Foggia.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi