Al “Giordano”, “L’abito nuovo” di Pirandello e De Filippo

Venerdì 20 e sabato 21 novembre 2015, secondo appuntamento con la stagione di prosa del Teatro comunale “Umberto Giordano” di Foggia.
La “Compagnia La luna nel letto” mette in scena “L’abito nuovo”, di Eduardo De Filippo e Luigi Pirandello.
Interpreti: Marco Manchisi, Nunzia Antonino, Salvatore Marci, Adriana Callo, Paolo Gubello, Daniele Lasorsa, Dante Manchisi, Olga Mascolo, Tea Primiterra, Antonella Ruggero e Luigi Tagliente.
Direttore di scena: Tea Primiterra
Datore luci e audio: Michelangelo Volpe
Costumi: Maria Pascale
Assistente costumista: Filomena De Leo
Realizzazione scenografica: Michelangelo Campanale, Olga Mascolo, Tea Primiterra e Michelangelo Volpe.
Assistenti alla regia: Annarita De Michele. Katia Scarimbolo.
Regia, scene e luci: Michelangelo Campanale.

L’opera
Nel 1935 Eduardo e Pirandello coronarono la collaborazione artistica con L’abito nuovo – uno scenario di Luigi Pirandello dialogato in due atti e tre quadri e concertato da Eduardo De Filippo, che andò in scena nel 1937al Teatro Manzoni di Milano. Il loro progetto nacque intorno all’omonima novella di Pirandello, che Eduardo individuò come adatta ad una trasposizione teatrale. Fu la figura del protagonista della novella che affascinò Eduardo: lo scrivano Michele Crispucci, un personaggio che partendo da un’umile condizione sociale, non accetta la fortuna che la sortegli predispone, pur di non perdere la sua dignità e la sua onestà. Il breve racconto di Pirandello inizia letteralmente con l’abito, “che quel povero Crispucci indossava da tempo immemorabile… e finisce con un abito che parlava da sé…”. Così che il passaggio da un abito vecchio ad un abito nuovo rappresenta l’avvenimento fondamentale del testo. Crispucci è una sorta di eroe contemporaneo che lotta contro l’ottuso materialismo dei nostri giorni, dove non si distingue più tra ciò che è necessario e ciò che è superfluo. Un Cristo – Crispucci che nella sua via Crucis non combatte solo contro il fariseismo della sua epoca, ma cerca di resistere, eroicamente, alle tentazioni di Eros prima e di Plutone poi.
Michelangelo Campanale e Marco Manchisi

I biglietti come per gli altri spettacoli, sono stati messi in vendita una settimana prima: a partire dalle ore 10 del 13 novembre 2015, solo nei punti vendita circuito bookingshow.