Al via l’installazione delle telecamere di videosorveglianza

Sono già state installate in viale XXIV Maggio ed in corso Giannone le prime telecamere di videosorveglianza per la sicurezza che il Comune di Foggia ha inteso sistemare per il controllo del territorio. Si tratta di impianti full hd, che permetteranno di visualizzare in modo nitido tutte le strade interessate.
«Abbiamo accolto le lamentale che provengono da numerose zone della città, specie dal quartiere Ferrovia, dove da alcuni anni a questa parte la convivenza tra i residenti e gli stranieri ha creato non pochi disagi – fa sapere il sindaco di Foggia, Franco Landella –. Pur non essendo un compito specifico dell’Amministrazione comunale, quello della sicurezza è un tema molto sentito da tanti foggiani, che a giusta ragione pretendono di poter vivere in una città sicura. Il nostro auspicio è che le telecamere di videosorveglianza possano essere un valido deterrente contro qualsiasi tipo di reato e che possano essere da supporto all’azione investigativa delle forze di polizia che, nonostante le difficoltà, sono impegnate quotidianamente nella lotta alla criminalità, che rappresenta una minoranza che dobbiamo sconfiggere».
Le installazioni delle telecamere di videosorveglianza proseguiranno anche nei prossimi giorni e verranno collegate al comando della Polizia Municipale di Foggia che, a sua volta, potrà trasmettere le immagini alle forze di polizia interessate ad accedere alle informazioni registrate.
«Non solo verranno installati nuovi impianti, ma ripristineremo il funzionamento delle telecamere già esistenti – precisa l’assessore all’Ambiente, Francesco Morese –, coinvolgendo anche le borgate cittadine. Sono molte le zone di Foggia che verranno controllate dagli occhi elettronici, compresi i luoghi di ritrovo, per la salvaguardia degli spazi pubblici ed il ripristino delle condizioni di sicurezza. Il sistema di videosorveglianza ha quindi l’obiettivo di integrare le azioni di carattere strutturale, sociale e di controllo del territorio da parte degli organi di polizia. Tutte le telecamere verranno poi centralizzate in una central room affinché le immagini possano essere visionate in tempo reale».