Anniversario della scomparsa di Marina Mazzei: i messaggi del sindaco Landella e dell’assessore comunale alla cultura Giuliani

mazzei marina

In questi primi giorni di agosto, cade per Foggia un anniversario triste: quello della scomparsa di Marina Mazzei, l’archeologa stimata in campo internazionale per il suo contributo determinante alla conoscenza della civiltà daunia e agli studi sulla storia del territorio in epoca romana. A questo personaggio di grandissima importanza nella storia recente della città, hanno voluto rivolgere un ideale omaggio il sindaco di Foggia Franco Landella e l’assessore comunale alla cultura Anna Paola Giuliani.

«A Marina Mazzei deve sempre andare il pensiero commosso e riconoscente della nostra comunità», ha detto il sindaco Landella, «per quello che la studiosa ha rappresentato in campo archeologico, per aver divulgato in Italia e all’estero le ricchezze del territorio foggiano ma anche e soprattutto per l’esempio di vita professionale e privata che ha dato, lasciando un unanime sentimento di stima e affetto in tutti quanti hanno avuto la fortuna di conoscerla».

«Non ho avuto il privilegio di incontrare personalmente Marina Mazzei», ha aggiunto l’assessore Giuliani, «ma conosco la sua fondamentale opera di ricerca per aver letto diversi suoi saggi ed anche le testimonianze di considerazione ed ammirazione che da sempre le vengono tributate. Il Comune di Foggia ha già doverosamente reso omaggio alla grande studiosa intitolandole una strada cittadina ma, ancor di più, dedicandole la sezione archeologica del Museo civico. E’, però, intenzione della nostra Amministrazione studiare per il futuro altre iniziative in memoria della grande studiosa foggiana per rinnovare i sentimenti di gratitudine che sempre la città dovrà dimostrare nei suoi confronti».