Anniversario dell’autonomia dell’Università degli Studi di Foggia, il messaggio del sindaco di Foggia, Franco Landella

logo_unifg

«L’anniversario dell’autonomia dell’Università degli Studi di Foggia è una data importante, una tappa fondamentale nel percorso di crescita della comunità dell’intera Capitanata. Un risultato conseguito grazie ad un impegno istituzionale largo e sinergico». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, in occasione del 15simo anniversario dell’autonomia dell’Ateneo Dauno.
«In questa giornata un saluto va al Magnifico Rettore, Maurizio Ricci, che con impegno lavora per migliorare la qualità dei servizi e della didattica della nostra Università, divenuta, come confermato dalle classifiche dell’Anvur e de “Il Sole 24 Ore”, la migliore tra quelle pugliesi ed una delle migliori del meridione d’Italia – dichiara il sindaco di Foggia –. E assieme al lui un grazie sincero va al Magnifico Rettore Antonio Muscio, che guidò con responsabilità la prima fase di autonomia dell’Ateneo, e al Magnifico Rettore Giuliano Volpe. Un ringraziamento va anche agli amministratori che si spesero con caparbietà e determinazione per questo straordinario traguardo: dall’allora sindaco di Foggia, Paolo Agostinacchio, all’allora presidente della Provincia, Antonio Pellegrino, che ci ha lasciati purtroppo troppo presto per poter festeggiare questa ricorrenza».
«L’autonomia fu un obiettivo raggiunto attraverso un’intelligente attività che nel corso degli anni ha fatto dell’Università un costante punto di riferimento istituzionale ed un alleato prezioso per il sistema degli Enti locali in molte partite strategiche per lo sviluppo del territorio – evidenzia Landella –. Questa ricorrenza è dunque l’occasione per rivendicare con forza i meriti di una provincia che quindici anni fa seppe fare squadra, di una classe dirigente che riuscì a far valere le proprie ragioni, dimostrando orgoglio e voglia di far crescere la Capitanata».
«Oggi, come ho già detto nel corso del recente incontro tenuto nei giorni scorsi con il Magnifico Rettore Ricci, il nostro dovere è quello di far tesoro di questo patrimonio, proseguendo nella collaborazione interistituzionale, fattore fondamentale nelle politiche di sviluppo da mettere in campo nei prossimi anni – sottolinea il sindaco di Foggia –. Il Comune di Foggia è intenzionato a fare la sua parte fino in fondo, anche attivando una collaborazione operativa in partite strategiche come quella relativa al ciclo di risorse comunitarie 2014-2020. Sono certo che a quindici anni di distanza dal raggiungimento dell’autonomia della nostra Università sia ancora vivo quello spirito orientato al progresso della Capitanata – conclude il primo cittadino –. Uno spirito che possiamo e dobbiamo fare nostro guardando al futuro».