Approvazione del Bilancio di previsione 2018, le dichiarazioni del sindaco di Foggia, Franco Landella, e dell’assessore al ramo, Annarita Tucci

Il Consiglio comunale di Foggia ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione per l’anno 2018. Nella sua relazione, l’assessore con delega al Bilancio di Palazzo di Città, Annarita Tucci ha parlato di un documento «che nasce in un contesto che conferma come gli enti locali siano sempre più soli e sempre più chiamati a far fronte a tutti i principali bisogni dei cittadini. I criteri fondamentali che hanno guidato la costruzione del bilancio e che ispirano la nostra azione amministrativa sono l’ottimizzazione delle risorse a disposizione, l’attenzione assidua e rigorosa alla spesa e una politica prudenziale nella costruzione delle previsioni. Questi elementi hanno portato a risultati positivi soprattutto in termini di riduzione dell’indebitamento. Tale attività, resa ancor più complessa dai limiti e vincoli imposti dal legislatore, si è concretizzata in una serie di scelte relative alla gestione presente e futura del personale, degli investimenti, dell’indebitamento e dell’imposizione tributaria, al fine di assicurare non solo il perdurare di un equilibrio finanziario tra entrate e uscite, ma anche di soddisfare le esigenze della cittadinanza alla luce delle risorse finanziarie disponibili. Lo sforzo di risanamento finanziario dell’Ente – sottolinea Tucci – è anche certificato dalla riduzione dei parametri deficitari, peraltro riferibili solo all’ammontare totale dei residui passivi ed alla esecuzione di procedimenti quasi tutti riconducibili a vicende amministrative e giuridiche risalenti agli anni antecedenti al 2014».

«In un percorso difficile ed irto di ostacoli – spiega il sindaco di Foggia, Franco Landella -, abbiamo definito un bilancio di previsione solido, che si poggia su un’ampia equità soprattutto per chi, come il Comune di Foggia, è sottoposto ai vincoli del Piano pluriennale di rientro concordato con la Corte dei Conti. Abbiamo continuato ad investire ed a attuare atti di programmazione nonostante i vincoli imposti dal risanamento finanziario in essere; Nel documento approvato oggi in prima convocazione dal Consiglio comunale, infatti, abbiamo previsto di destinare tre milioni e 200mila euro per la manutenzione stradale. L’equilibrio finanziario è stato raggiunto salvaguardando il più possibile l’offerta complessiva dei servizi di welfare e di quelli educativi, contenendo i costi della macchina comunale, confermando la spesa per le iniziative culturali ed aumentando la spesa per le aree verdi e nelle zone periferiche della città, oltre ad un sostanziale aumento per i fondi destinati alla manutenzione delle arterie stradali. Il bilancio di previsione, che ha ricevuto il parere positivo dell’organo di Revisione senza alcun richiamo, prosegue anche sulla strada di riduzione del debito, che è previsto in discesa per i prossimi tre anni pur mantenendo il livello della qualità dei servizi, garantita attraverso un meccanismo di revisione e riduzione della spesa. Dunque non possiamo prendere lezione da chi ha devastato le casse comunali per dieci anni – fa sapere il primo cittadino del capoluogo dauno – né abbiamo accolto emendamenti strumentali sull’abbattimento di manufatti abusivi visto che la legge di bilancio già prevede che i proventi delle sanzioni amministrative nel settore urbanistico siano destinati esclusivamente alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di urbanizzazione ed alla demolizione di costruzioni abusive. Al contrario, abbiamo approvato un emendamento che aggiunge al Piano triennale delle Opere Pubbliche per il triennio 2018/2020 il progetto di sviluppo sostenibile di rigenerazione, rifunzionalizzazione e valorizzazione della Fiera di Foggia, così come previsto dalla delibera di Giunta comunale 53/2018».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi