Assistenza Domiciliare, le precisazioni dell’Amministrazione comunale

A seguito di notizie false diffuse nei giorni scorsi, in ordine all’erogazione del Servizio di Assistenza Domiciliare, che hanno ingenerato disinformazione e false interpretazioni presso l’utenza beneficiaria del servizio, disinformazioni che non trovano alcun fondamento con l’attività dell’Amministrazione Comunale, si comunica che il Comune di Foggia eroga da sempre servizi di natura socio-sanitaria per far fronte alle problematiche dell’anziano e/o disabile e delle loro famiglie senza che tale attività abbia dato adito a situazioni di criticità e/o ritardi operativi.
Nello specifico, si puntualizza che è stato possibile sino all’anno 2017 assicurare ore aggiuntive di Assistenza Domiciliare, utilizzando i fondi del Piano di Azione e Coesione (PAC), mentre l’assistenza domiciliare di base è garantita con i fondi del Piano Sociale di Zona – Annualità 2014/2017. Inoltre, per assicurare ore aggiuntive di assistenza domiciliare, si è fatto ricorso all’utilizzo dei cosiddetti “voucher”, misura economica garantita dalla Regione Puglia con l’Avviso n. 1/2017, denominata: “Buoni Servizio Anziani e Disabili”.
Azioni di cui l’Amministrazione Comunale ha sempre informato e accompagnato tutti gli utenti nella formulazione delle richieste di accesso a queste misure. Per l’annualità 2017/2018 – in base alle domande pervenute – sono state messe a disposizione dalla Regione Puglia, attraverso i servizi domiciliari erogati dalle Ditte accreditate, 24.000 ore di Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) e 24.000 ore di Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI). Il servizio, dunque, non è stato oggetto di alcuna sospensione né riduzione.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi