Campo di via San Severo, l’Amministrazione comunale conferma la propria posizione

«L’Amministrazione comunale non farà passi indietro con riferimento alla posizione assunta circa la vicenda inerente la fornitura di corrente elettrica al campo che ospita i container di via San Severo. Le famiglie che vivono all’interno dell’area dovranno sottoscrivere singoli contratti con l’Enel e pagare in proprio le bollette». Il sindaco di Foggia, Franco Landella, conferma la linea del Comune in relazione alla fornitura di energia elettrica presso il campo di via San Severo che ospita i container in cui vivono 70 famiglie.
Ieri l’Enel ha infatti provveduto a chiudere tutti gli allacci abusivi e ad interrompere l’erogazione di corrente elettrica in ragione della morosità dei residenti. «La situazione del campo di via San Severo rappresenta una grave criticità che la nuova Amministrazione comunale ha ereditato – spiega il sindaco di Foggia –. È opportuno ribadire che il Comune di Foggia non è nella condizione, né sul piano della legittimità giuridica né sul fronte della disponibilità finanziaria, di pagare il consumo di corrente elettrica agli abitanti del campo. Il ritorno dell’energia elettrica, dunque, è vincolato alla sottoscrizione di un regolare contratto da parte di ciascuna famiglia, che dovrà ovviamente provvedere a pagare in proprio i consumi».
Nella giornata di ieri gli assessori comunali al Bilancio, Sergio Lombardi, e alle Politiche Sociali, Erminia Roberto, si sono recati al campo di via San Severo per incontrare i residenti, una delegazione dei quali in mattinata era stata ricevuta dal sindaco. All’Amministrazione comunale i rappresentanti delle famiglie avevano manifestato l’onerosità dei consumi energetici, atteso che nei container sia d’inverno sia d’estate i residenti sono costretti ad utilizzare convettori di aria calda ed aria fredda.
«Per venire incontro all’esigenza di uniformare il costo dei consumi agli standard medi, il Comune ha avanzato formalmente la proposta di installare nel campo un numero di pannelli fotovoltaici utile a ridurre il ‘peso’ delle bollette – dichiara il primo cittadino –. Questo, ovviamente, non determinerà in alcun modo un contributo del Comune nel pagamento dei consumi, che resteranno nella loro totalità a carico delle famiglie residenti. Sarà infatti previsto un singolo contatore per ogni container». I pannelli fotovoltaici che saranno installati dall’Amministrazione comunale resteranno nel patrimonio dell’Ente di Palazzo di Città.
«Non ci saranno altri interventi del Comune finalizzati al riallaccio della corrente elettrica nel campo. Il mio auspicio è dunque che le famiglie sottoscrivano rapidamente i singoli contratti con l’Enel, condizione fondamentale affinché torni l’energia nel campo di via San Severo – conclude il sindaco di Foggia –. Ricordo tra l’altro che, come avviene per tutte le famiglie della città che vivono una situazione di disagio economico, anche quelle residenti nel campo di via San Severo possono presentare una regolare istanza presso l’Assessorato comunale alle Politiche Sociali, che dopo aver vagliato attentamente la sussistenza dei requisiti di legge, valuterà l’eventuale concessione dei contributi previsti all’interno del Piano Sociale di Zona».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi