Collegamenti aerei dall’aeroporto “Gino Lisa”, il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella

«La riattivazione dei voli dall’aeroporto “Gino Lisa” non può che essere evidentemente una notizia che salutiamo positivamente. Mi sia consentito, tuttavia, attendere i risultati di questa iniziativa e conoscere nello specifico le caratteristiche imprenditoriali di chi si sta cimentando in quest’attività prima di poter esprimere un giudizio compiuto». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla presentazione dei nuovi collegamenti aerei promossi dalla società di brokeraggio “BlueWings” attraverso gli aeromobili della compagnia “Air Valleé”, come spiegato dall’Amministratore della società, Valerio Zifaro.

«Lo dico senza alcuna diffidenza preconcetta. Purtroppo, però, nel recente passato il nostro territorio è stato il teatro di iniziative opache e fallimentari – afferma il primo cittadino – che hanno ingiustamente veicolato un’immagine distorta e sbagliata della funzionalità del “Gino Lisa”, in più di un’occasione, proprio sulla base di questi deludenti risultati, strumentalmente dipinto come un aeroporto senza futuro e senza prospettive».
«Inoltre, e voglio sottolinearlo con forza, ciò che è stato presentato oggi non sposta di una virgola i temi intorno ai quali stiamo discutendo ormai da mesi e rispetto ai quali continueremo a batterci e a mantenere alta la guardia: dalla procedura per il rilascio della Valutazione di Impatto Ambientale propedeutica all’allungamento della pista, sino all’inserimento del nostro scalo tra gli aeroporti di interesse nazionale – sottolinea Landella –. Tutte questioni che restano sul tappeto e necessitano di risposte concrete, anche con riferimento all’impegno istituzionale e politico della Regione Puglia – conclude il sindaco di Foggia –. L’ammodernamento infrastrutturale del “Gino Lisa” resta il fattore strategico e fondamentale per mettere il nostro aeroporto nella condizione di esprimere appieno tutte le sue potenzialità, che evidentemente non potranno essere misurate né valutate sulla base del traffico passeggeri che l’offerta presentata questa mattina farà registrare».