Comune di Foggia e Fratelli della Stazione discutono sul tema del contrasto alla povertà

Ieri sera, su richiesta del sindaco di Foggia, Franco Landella, si è svolto un incontro tra l’Amministrazione comunale e l’associazione dei Fratelli della stazione. Oltre al primo cittadino, all’incontro ha partecipato anche l’assessore Erminia Roberto la quale ha ribadito di non aver avuto alcuna intenzione di creare un disagio e di mettere in discussione l’operato dei Fratelli della Stazione. Parole confermate dal sindaco Landella che ha riconosciuto l’errore di comunicazione ed il valore espresso non solo dall’associazione Fratelli della Stazione ma dall’interno mondo del volontariato, che con passione e responsabilità si occupa a titolo gratuito dei soggetti più fragili, come minori, disabili, anziani. Dal canto loro, i volontari dell’associazione hanno riportato al centro del dibattito il tema dei senza fissa dimora e la necessità di promuovere ulteriori servizi di assistenza ed integrazione. A riguardo, si è parlato della realizzazione del Centro Diurno per senza fissa dimora, contenuta nel programma elettorale del sindaco Landella che ha assicurato e garantito il lavoro dell’Amministrazione Comunale teso ad individuare possibili strutture adeguate per avviare il servizio e per intercettare forme di sostenibilità economica, chiedendo alla Regione Puglia i motivi dell’interruzione  dei lavori dell’ex carcere femminile di Sant’Eligio, struttura che sarebbe dovuta servire proprio all’accoglienza. L’Amministrazione comunale, con il coinvolgimento delle associazioni di volontariato, si farà promotrice di un tavolo tecnico con RFI per cercare spazi da dedicare all’accoglienza dei senza fissa dimora nell’ambito del patrimonio immobiliare disponibile e già presente. L’incontro, infine, è stato anche un momento per fare il punto della situazione sullo stato attuale del Piano Sociale di Zona dell’Ambito Territoriale di Foggia in riferimento all’obiettivo di servizio riguardante il “contrasto alla povertà”. A breve, ha dichiarato l’assessore Roberto, prenderà avvio il Pronto Intervento Sociale e d’intesa con il sindaco Landella l’Amministrazione comunale sta studiando altre forme di intervento per migliorare la qualità della vita delle persone senza fissa dimora italiane e migranti che – per motivi più diversi – vivono nei pressi della stazione di Foggia. Superate le incomprensioni e al netto delle solite strumentalizzazioni, l’Amministrazione comunale di Foggia è impegnata fattivamente a porre azioni di contrasto alla povertà.