Controlli nelle zone centrali della città: La Polizia Municipale di Foggia ha sequestrato numerosi prodotti contraffatti

Ieri sera, nell’ambito dei servizi d’istituto effettuati nelle zone centrali della città, la Polizia Municipale ha posto in essere una intensa attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale, ed, in generale, dei fenomeni di degrado che interessano il centro cittadino, con particolare riferimento alla zona dell’isola pedonale di corso Vittorio Emanuele II, via Lanza, piazza Umberto Giordano e viale XXIV Maggio. Durante l’operazione sono stati sottoposti a sequestro centinaia di oggetti posti in vendita illegittimamente tra i quali, in particolare, numerosi giocattoli, di dubbia provenienza, in quanto privi di qualsiasi etichetta o marchio identificativo, oltre ad occhiali, accessori di abbigliamento e bigiotteria e cover per cellulari risultati contraffatti. I venditori alla vista degli agenti, dopo essersi disfatti della merce, si sono dati alla fuga dileguandosi nelle strade adiacenti e disperdendosi tra la folla. Sono stati altresì controllati cittadini stranieri ed è stata posta in essere attività di prevenzione e repressione dell’attività di prostituzione su strada. Alle fasi dell’operazione ha assistito anche il sindaco di Foggia, Franco Landella.

«Abbiamo voluto dar seguito alle sollecitazioni che ci sono giunte dai cittadini foggiani – spiega primo cittadino in merito ai controlli effettuati dalla Polizia Municipale –. La legalità parte dalle piccole cose e non è solo rispetto di norme imposte dall’alto, ma pratica quotidiana di regole condivise. Occorre però la collaborazione fattiva della cittadinanza, affinché non vengano acquistati prodotti contraffatti, che il più delle volte rappresentano il core business della malavita organizzata e che sono potenzialmente dannosi per la salute».

«In particolare il fenomeno della vendita incontrollata di giocattoli potenzialmente pericolosi per la salute dei bambini merita la massima attenzione – fa sapere il comandante della Polizia Municipale, Romeo Delle Noci –, in quanto l’incauto acquisto di tali oggetti pone a serio rischio l’incolumità dei più piccoli a causa della totale assenza di controlli sui manufatti e sui materiali utilizzati nella produzione, con elevatissima possibilità della presenza di piccoli componenti facilmente staccabili ed ingeribili o inalabili dai bambini in tenera età, oltre a quella di materiali e prodotti di lavorazione tossici o comunque dannosi per la salute. Il consiglio – conclude Delle Noci – per chi abbia acquistato per strada o detenga giocattoli dei quali non siano certificate le caratteristiche (etichette e stampigliature CE) o l’esatta provenienza è di disfarsene per non porre a rischio l’incolumità dei minori».