Definito in modo permanente l’allargamento dell’isola pedonale a piazza Umberto Giordano e via Lanza

Il dirigente del Servizio Traffico e Viabilità del Comune di Foggia, architetto Vincenzo Lombardi, ha firmato l’Ordinanza con la quale, a partire da oggi, è stato prorogato sino a lunedì 2 febbraio l’allargamento dell’isola pedonale a piazza Umberto Giordano e via Lanza. Una decisione assunta all’esito del confronto che il sindaco Franco Landella ha avuto nei giorni scorsi con i rappresentanti delle organizzazioni di categoria del commercio e dell’associazione ambientalista Wwf, che ha consegnato al primo cittadino il piano della mobilità presentato nelle scorse settimane.
«La nostra decisione muove dalla volontà di attuare in modo strutturale l’allargamento dell’isola pedonale, determinazione che abbiamo ormai assunto chiamando alla partecipazione le associazioni di categoria del settore del commercio, proprio a conferma di un percorso che, a differenza di quanto sostenuto nelle ultime ore, si fonda sul confronto e sul contributo di idee e di proposte – spiega il sindaco di Foggia –. Il calendario degli incontri, che qualcuno evidentemente ignorava, era fissato da tempo e le riunioni che abbiamo tenuto in questo senso hanno rafforzato il nostro convincimento di procedere sulla strada della conferma della sperimentazione attuata nel corso delle festività natalizie e che ha incontrato il gradimento di larga parte della comunità cittadina».
«Ci scusiamo con la cittadinanza per i disagi legati alla mancata tempestiva comunicazione dell’Ordinanza con la quale abbiamo provveduto a prorogare l’allargamento dell’isola pedonale – specifica il primo cittadino –. Siamo infatti impegnati a verificare le migliori soluzioni utili a superare ogni tipo di criticità connessa al provvedimento, assicurando alla comunità la piena fruizione dei mezzi pubblici. Nel pomeriggio è infatti in programma un incontro con la dirigenza di Ataf SpA proprio per affrontare questo tema, che consideriamo strategico e fondamentale».
L’Ordinanza con la quale è stata prorogata l’estensione dell’area pedonalizzata sarà interessata nei prossimi giorni da importanti correttivi sul fronte della mobilità, al fine di superare le criticità emerse nel corso della fase sperimentale, con particolare riferimento a quelle inerenti il trasporto pubblico. «Da questo punto di vista voglio esprimere un ringraziamento al Wwf per averci fornito una proposta ambiziosa e qualificante, della quale alcuni spunti troveranno immediata applicazione – sottolinea il primo cittadino –. La proposta nel suo complesso, invece, sarà trasferita all’esame delle competenti Commissioni consiliari e successivamente portata all’attenzione del Consiglio comunale, nel rispetto dell’iter istituzionale che riguarda tutti gli interventi che configurano l’introduzione di un nuovo piano della mobilità».
«Comprendo la natura e le ragioni delle polemiche politiche che si sono registrate in questi giorni, frutto chiaramente da un lato della legittima volontà di partecipazione e dall’altro della consapevolezza che questa Amministrazione comunale ha avviato un percorso innovativo che chi ci ha preceduto non era riuscito a mettere in campo in ben 10 anni di governo cittadino – evidenzia il sindaco di Foggia –. Come tutti gli interventi che rivoluzionano le abitudini della città, ovviamente, anche questo non è stato esente da limiti e disagi. Proprio in quest’ottica la discussione con le organizzazioni di categoria, con i vertici del Comando di Polizia Municipale e dell’azienda Ataf non è mai venuto meno. Una discussione finalizzata al miglioramento del provvedimento e all’eliminazione strutturale dei suoi limiti».
«Siamo convinti che sia questa la strada giusta da percorrere. Consapevoli che l’ambizione di costruire il cambiamento si fonda anche sulla responsabilità di assumere decisioni coraggiose – conclude il sindaco di Foggia –. E l’allargamento dell’isola pedonale è una di queste».

Di seguito il testo dell’Ordinanza firmata dall’architetto Vincenzo Lombardi.

1) L’istituzione di Area pedonale di Via V.zo Lanza e Piazza U. Giordano, da Piazza Cavour a Via Diomede;
2) L’istituzione del doppio senso di marcia su Corso Garibaldi tratto compreso da Via Fuiani a P.zza XX Settembre;
3) L’istituzione del doppio senso di marcia su Corso Cairoli;
4) L’istituzione del senso unico di Piazza U. Giordano, con direzione di marcia, tratto compreso da Corso Cairoli a Via G. Matteotti;
5) L’istituzione del divieto di fermata su Piazza U. Giordano da Via C. Capozzi a Via Delli Carri;
6) L’istituzione del divieto di fermata su Piazza U. Giordano dal civico 2 a C.so G. Matteotti;
7) Il ripristino della sosta a pagamento su Piazza U. Giordano da Via Delli Carri al civico n 2 di Piazza Giordano.
8) L’istituzione del divieto di fermata su Via Tugini lato sinistro da C.so G. Matteotti al civico n’ 3 di Via Tugini;
9) L’istituzione del divieto di fermata su Via Tugini lato sinistro dal civico n 31 a C.so Giannone;
10) Il ripristino della sosta a pagamento su Via Tugini lato sinistro dal civico n 03 a civico n° 31 ;
11) L’istituzione del senso unico di Via S. M. della Neve, tratto compreso da Via Barra a Via della Repubblica, con direzione di marcia da Via Barra a via della Repubblica;
12) L’istituzione del doppio senso di circolazione di Via IV Novembre e Piazzale Italia;
13) L’istituzione del divieto di sosta con “Zona Rimozione”, lato destro nel senso di marcia, in Via Manzoni da Via della Repubblica a Via P. Fuiani;
14) L’istituzione del divieto di fermata, su Corso Garibaldi, ambo i lati 00,00 – 24,00;
15) L’istituzione del divieto di fermata, su tutta la Piazza XX Settembre, 00,00 – 24,00;
16) L’istituzione di divieto di fermata”,ambo i lati su Corso Cairoli, 00,00 – 24,00 ad eccezione della sosta a pagamento;
17) L’istituzione del divieto di fermata su Via Diomede ambo i lati, 00,00 – 24,00;
18) L’istituzione del doppio senso di circolazione di Via Capozzi da Via Tiro a Segno a Via Vittime Civili;
19) L’istituzione del senso unico di marcia di Via S. Altamura per le sole autovetture da Via della Repubblica con direzione Via La Greca;
20) L’inversione del senso di marcia di Via la Greca da Via S. Altamura a Via Oberdan;
21) L’istituzione del divieto di transito dalle ore 18,00 alle ore 24,00 di Via S. Altamura a Via la Greca con eccezione dell’accesso al Parcheggio “La Maddalena”;
22) L’istituzione del divieto di accesso di Via Orientale da Via Saseo a Via S. Altamura;
23) Apertura al traffico di Via Oberdan con l’istituzione del senso unico di marcia da Via La Greca a C.so Garibaldi;
24) L’istituzione del divieto di sosta e fermata ambo i lati su Via S. Altamura – Via Oberdan – C.so G. Garibaldi (da Via Oberdan a Via Dante) – Via Capozzi – Via P. Fuiani;
25) L’istituzione del divieto di transito di Vico al Piano da Via della Repubblica fatta eccezione per i veicoli in uscita dal parcheggio “La Maddalena”;
26) Inversione del senso unico di marcia di Via Cavaniglia da Via XXV Aprile a Via della Repubblica.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi