Divieto di consumo di bevande in vetro e lattina durante le manifestazioni all’aperto per l’estate 2018

Con l’ordinanza sindacale 26 del 18 luglio 2018, è vietato a chiunque di introdurre e consumare bevande in bottiglie di vetro ed in lattina in occasione delle manifestazioni all’aperto per l’estate 2018.
Nelle riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutesi in Prefettura è stata sottolineata l’esigenza di adottare provvedimenti finalizzati a limitare in determinati orari e in specifiche zone delle aree interessate da manifestazioni pubbliche o private su suolo pubblico la vendita, anche per asporto, di alcolici in contenitori di vetro e in lattina. A limitare in determinati orari e in specifiche zone delle aree interessate da manifestazioni pubbliche o private su suolo pubblico la somministrazione di alcolici e superalcolici, se non a condizioni che garantiscano che tale somministrazione avvenga nelle aree autorizzate o nei locali dell’esercizio e nelle sue pertinenze legittimamente autorizzate, evitando la dispersione al suolo di contenitori di vetro e in lattina. E di prevenire e contrastare i rischi per l’incolumità e di danneggiamento di beni pubblici e privati connessi all’uso del consumo di alcolici e alla dispersione al suolo di contenitori di vetro e in lattina.
A decorrere dalle ore 00:00 del giorno di svolgimento di ciascuna manifestazione e fino alle ore 07:00 del giorno successivo, a decorrere dalla data di emissione della presente ordinanza fino al 17 Settembre 2018 – in tutta le aree all’aperto in cui si svolgono manifestazioni con intrattenimenti o spettacoli e, comunque, per le quali si verificano fenomeni di aggregazione di massa, nonché nelle aree limitrofe localizzate entro metri cinquecento oltre il perimetro in cui si svolge ciascuna manifestazione il divieto a chiunque di introdurre e consumare superalcolici, anche già in proprio possesso, nell’area interessata alla manifestazione. Il divieto a chiunque di introdurre e consumare bevande in contenitori, bottiglie, bicchieri di vetro e in lattine, anche già in proprio possesso, nell’area interessata alla manifestazione; ai pubblici esercizi, ai commercianti del settore alimentare, agli ambulanti e in generale a tutti i soggetti autorizzati alla vendita e alla somministrazione di bevande in qualsiasi forma: il divieto di vendita a qualsiasi titolo, ivi compresa quella mediante distributori automatici, somministrazione e consumo di tutte le bevande (alcoliche e analcoliche) in contenitori che possano risultare di pericolo per la pubblica incolumità, quali bottiglie di vetro e lattine, con somministrazione unicamente in bicchieri di carta o di plastica. Potranno essere introdotte nelle aree di svolgimento delle manifestazioni esclusivamente bottiglie di bibite in plastica e prive di tappo.
Il divieto non opera nel caso in cui la somministrazione e la conseguente consumazione avvengano all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate con occupazione di suolo pubblico, a condizione che l’esercente al termine della consumazione, si attivi per smaltire le bottiglie di vetro e lattine, permanendo il divieto assoluto di vendita per asporto nei modi e nei termini temporali di cui sopra.
L’inottemperanza all’ordinanza, fatte salve le responsabilità civile e penali, comporterà l’irrogazione della sanzione amministrativa di cui all’art. 7-bis, comma I-bis del Testo Unico sull’Ordinamento degli Enti Locali approvato con D.Lgs 18 agosto 2000 n. 267, e s.m.i. da euro 25 ad euro 500. L’inottemperanza all’ordine impartito di cessare immediatamente il comportamento illecito e di rimuovere eventuali oggetti in vetro e rifiuti abbandonati sul suolo pubblico nei luoghi ed aree in cui vige il divieto indicato nella presente ordinanza sarà perseguito ai sensi dell’art. 650 C.p., essendo il provvedimento ascrivibile a materia di sicurezza pubblica di cui al citato articolo 650 C.p..

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi