Domani la presentazione di “Un sorriso per la vita” a cura di Bikers for Life

La solidarietà in Capitanata non si ferma: i Bikers for Life “ripartono” per una nuova missione. Questa volta però non volgono lo sguardo verso terre lontane come lo scorso anno, quando 5 di loro, in moto, hanno affrontato un viaggio di 5.500 km per consegnare personalmente all’Orfanotrofio di Bambaran in Guinea Bissau i 15.000 euro raccolti, in collaborazione con L’Associazione Solidaunia Olnus, in circa 10 mesi di attività.

Anche quest’anno i bikers hanno deciso di occuparsi dei bambini, ma volgendo lo sguardo verso il nostro territorio, dove certamente non esistono realtà così drammatiche, ma dove comunque esistono bambini che vivono situazioni di difficoltà. E’ nata così l’dea di raccogliere fondi per il reparto di pediatria degli Ospedali Riuniti di Foggia, dove ci sono bambini che soffrono e comunque vivono una situazione di disagio, ai quali è giusto offrire le cure migliori per alleviarne nel minor tempo possibile le sofferenze.

In collaborazione con il primario del Reparto, Antonio Longo, sono stati individuati degli strumenti, di cui il reparto non dispone, necessari ad effettuare una diagnosi veloce di malattie ematiche da poter intervenire immediatamente con cure adeguate, senza essere costretti, per effettuare gli esami, a sottoporre i piccoli pazienti, a lunghe attese e ulteriori disagi.

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dal Comune di Foggia che ha offerto il suo patrocinio morale e messo a disposizione di Bikers for Life la sala “Mazza” del Museo Civico per poter effettuare, il 18 novembre alle ore 18.30, la presentazione del progetto alla cittadinanza foggiana. Interverranno all’appuntamento il sindaco di Foggia, Franco Landella, il dottor Antonio Longo, primario del reparto di pediatria del nosocomio foggiano, la dottoressa Decorosa D’Ademo, dirigente medico del medesimo reparto, ed il presidente di “Bikers for Life”, Giulio Loporchio.