Edoardo Bennato suonerà sul palco di piazza Cavour il 15 agosto in occasione delle festa patronale

«La collaborazione tra pubblico e privato caratterizza l’azione di questa Amministrazione comunale e, con l’impegno logistico messo in campo dal Comune di Foggia e l’organizzazione di “Bella Vita” e “Obiettivo Futuro”, in Villa comunale sarà possibile assistere a concerti di artisti del calibro di Piero Pelù e Gino Paoli». Così il sindaco di Foggia, Franco Landella, si è espresso durante la conferenza stampa svolta questa mattina nella sala Giunta di Palazzo di Città in cui sono stati presentati gli eventi organizzati dalle due associazioni foggiane.

«Partendo dalla pulizia della Villa comunale, che negli anni ospitava il bivacco di senza fissa dimora ed era contraddistinta da sporcizia ed incuria, possiamo ospitare questo tipo di eventi – ha puntualizzato il primo cittadino –. Sempre con l’aiuto dei privati contiamo di restituire alla città anche il teatro “Mediterraneo”, poiché le ridotte finanze delle casse comunali non ci consentono di poter effettuare questo tipo di intervento da soli. Auspichiamo che gli imprenditori possano dare un contributo sempre maggiore all’organizzazione di manifestazioni culturali: sicuramente uno modo efficace di fare business come dimostrano i risultati degli eventi organizzati in città».

Il prossimo 28 luglio, dunque, Piero Pelù si esibirà nella Villa comunale di Foggia nell’unica data del sud Italia, mentre il concerto di Gino Paoli è in programma l’8 settembre ed in questa occasione sono previsti posti a sedere. I biglietti per i due eventi possono essere acquistati sul circuito della Booking Show.

Durante la conferenza stampa il sindaco di Foggia, affiancato dall’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani e dal dirigente al ramo, Carlo Dicesare, ha annunciato che per i festeggiamenti in onore della Madonna dei Sette Veli del prossimo 15 agosto, l’artista che si esibirà sul palco di piazza Cavour sarà Edoardo Bennato.

«La decisione è stata assunta a seguito del diniego della Regione Puglia di cofinanziare il concerto di Al Bano, che prevedeva un impegno di spesa superiore – ha fatto sapere il sindaco Landella –, ma l’appuntamento con il cantante di Cellino San Marco probabilmente è solo rinviato in inverno al Teatro Giordano. Il fango gettato sull’Amministrazione e su un artista internazionale come Al Bano dai professionisti della calunnia rappresenta solo una piccolissima parte della cittadinanza, di una città in cui invece c’è tanta voglia di fare per riportare Foggia ai fasti di un recente passato».