Emergenza sicurezza, il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella

«Gli eventi delle ultime ore allarmano per la loro gravità e, soprattutto, per la loro sequenza. Due attentati dinamitardi ad altrettanti esercizi commerciali ed un omicidio compiuto in pieno pomeriggio in una delle zone più centrali della città in sole 48 ore sono notizie che ci restituiscono un clima che si sta facendo nuovamente pericoloso». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, al riesplodere dell’emergenza sicurezza in città.
«Ai titolari dei due esercizi commerciali oggetto degli attentati dinamitardi va la mia solidarietà, personale ed istituzionale, e quella dell’intera Amministrazione comunale. Queste bombe sono l’ennesima intimidazione sferrata contro l’imprenditoria della nostra città, in particolare nei confronti di quanti operano nel campo del commercio – dichiara il primo cittadino –. Intimidazioni che troveranno la ferma e decisa risposta dello Stato, delle Forze dell’Ordine, della Magistratura, delle Istituzioni e del mondo delle realtà associative, peraltro cresciute nel loro numero, impegnate su questo versante, in una logica di compattezza istituzionale e piena sinergia operativa».
«Esprimo poi una particolare preoccupazione per l’omicidio avvenuto nella serata di ieri, per la modalità, la tempistica ed il luogo nel quale è maturato – sottolinea il sindaco di Foggia –. È questo un fronte sul quale non abbasseremo la guardia e sul quale coloro i quali sono impegnati nel difficile compito di combattere ogni forma di criminalità nella nostra città, che colgo l’occasione per ringraziare, sapranno ottenere risultati importanti, come già avvenuto in passato. Ai cittadini oggi scossi da quanto accaduto dico che la Foggia perbene vincerà questa battaglia e che la paura non prevarrà sul nostro diritto allo sviluppo ed alla sicurezza».