Esplosione della palazzina di via De Amicis, terminati con esito positivo i test disposti dal Ctu, professor Francesco Benedettini

«I test e le prove di carico sulla palazzina di via De Amicis interessata dall’esplosione di qualche mese fa si sono conclusi con esito positivo. Adesso cominciano quindi gli ultimi interventi di messa in sicurezza dello stabile, nel quale le famiglie potranno fare ritorno in tempi verosimilmente brevi». È l’annuncio del sindaco di Foggia, Franco Landella, all’esito dell’attività condotta dal professor Francesco Benedettini, il Ctu incaricato dal Pubblico Ministero titolare delle indagini sull’esplosione della palazzina di via De Amicis, avvenuta nella notte tra il 2 ed il 3 giugno scorsi.
«L’attività condotta dal gruppo di lavoro (formato dal Ctu, il professor Francesco Benedettini; dalla struttura tecnica del Settore Lavori Pubblici di Palazzo di Città, composta dall’ingegner Potito Belgioso e dal geometra Giovanni Soccio; dall’ausiliario tecnico del Ctu, l’ingegner Danilo Ranalli; dal funzionario dei Vigili del Fuoco, l’ingegner Paolo Bianco; dal consulente del Condominio, l’ingegner Mario Cagnano) che si è occupato delle verifiche statiche sulla palazzina di via De Amicis ha prodotto risultati positivi – spiega l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Francesco D’Emilio –. Abbiamo seguito da vicino passo dopo passo l’intero processo, al quale erano chiaramente legati i tempi dell’ipotetico rientro delle famiglie nelle proprie abitazioni. Oggi che il professor Benedettini ha espresso il proprio “nulla osta” al magistrato titolare delle indagini per la messa in sicurezza del sito, possiamo dunque affermare che siamo in dirittura d’arrivo nel percorso finalizzato a restituire le proprie case a quanti sino ad oggi sono stati costretti ad abbandonarle proprio per ragioni di sicurezza».
«Se i tempi che abbiamo ipotizzato saranno rispettati, tra poche settimane saremo nelle condizioni di poter autorizzare il rientro delle famiglie – dichiara l’assessore D’Emilio –. Sono fiducioso che sarà possibile riuscire a osservare questo cronoprogramma».
Da questo momento, infatti, il Settore Lavori Pubblici di Palazzo di Città ed il gruppo di lavoro del Genio Civile disporranno ed opereranno gli interventi di messa in sicurezza e di ripristino definitivo delle parti dell’edificio danneggiate dal crollo, con le modalità che saranno condivise dall’ingegner Mario Cagnano, tecnico incaricato dal Condominio.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi