Fiera di Foggia, l’appello del sindaco Franco Landella: «Occorrono interventi immediati ed urgenti per sanare le morosità e scongiurare la prospettiva della liquidazione»

«La condizione finanziaria e di bilancio in cui versa la Fiera di Foggia impone il massimo dell’attenzione e merita interventi immediati, innanzitutto da parte della Regione Puglia. La prospettiva di un default dell’Ente va allontanata con rapidità ed efficacia». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alle notizie riguardanti le perdite da oltre 2 milioni di euro presenti nel bilancio della Fiera di Foggia.
«Si tratta di una situazione allarmante, che rischia di trascinare la nostra Fiera sull’orlo del baratro. Una prospettiva che il sistema istituzionale del territorio e la Regione Puglia hanno il dovere di allontanare senza indugiare ancora – dichiara il sindaco di Foggia –. Rilanciare la centralità dell’Ente Fiera significa innanzitutto sostenerlo sul piano finanziario, sanando le morosità pregresse. La Regione Puglia, ad esempio, può e deve saldare la sua quota, pari a circa 120mila euro. La stessa cosa devono fare gli altri soci. Non c’è tempo da perdere, anche per dare una risposta ai 17 dipendenti senza stipendio da quattro mesi e che legittimamente temono per la salvaguardia del loro posto di lavoro».
«È questa la prima emergenza di cui occorre occuparsi per evitare l’avvio della procedura di liquidazione. Senza un intervento sui conti dell’Ente, infatti, qualunque riflessione sulla funzione della nostra Fiera sarebbe inutile – sottolinea il primo cittadino –. Il mio auspicio è che tutti i soggetti coinvolti dimostrino con i fatti di avere a cuore le sorti di un Ente che deve rivestire un ruolo centrale nella dinamiche di crescita del capoluogo e dell’intera provincia. Un Ente che deve allargare i propri orizzonti, innovarsi e rinnovarsi in chiave moderna, sia pure senza smarrire la sua vocazione e la sua tradizione, che da sempre vede nella Fiera di Foggia punto di riferimento per le campionarie dedicate all’agricoltura non soltanto del Mezzogiorno d’Italia ma dell’intero Mediterraneo».
«Si tratta di un percorso per il quale sono necessarie sinergie e strategie mature. Fattori che purtroppo nell’ultimo periodo non sono stati messi in campo in modo adeguato – rileva Landella –. Il mio auspicio è che ciascuno faccia con senso di responsabilità la sua parte, soprattutto in presenza di questa drammatica e straordinaria difficoltà – conclude il sindaco –. Il Comune di Foggia non farà mancare il suo sostegno concreto, come spero facciano tutti coloro i quali intendono davvero fare dell’Ente Fiera uno strumento al servizio dello sviluppo del territorio».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi