“Gino Lisa”, insediata a Palazzo di Città la “cabina di regia” istituzionale coordinata dal sindaco di Foggia

Affrontare il tema dello sviluppo e del potenziamento dell’aeroporto “Gino Lisa” in una logica di sistema, mettendo in campo forme di cooperazione istituzionale che consentano di monitorare e seguire ciascun aspetto della vicenda attraverso l’impegno e la funzione di ogni attore istituzionale. È l’obiettivo della “cabina di regia” convocata dal sindaco di Foggia, Franco Landella, ed insediatasi ieri a Palazzo di Città. Un’iniziativa, quella del primo cittadino, messa in campo accogliendo la proposta avanzata dal deputato Michele Bordo, che aveva immaginato fosse proprio il Comune di Foggia a svolgere un ruolo di coordinamento delle attività istituzionali legate a questa importante e strategica partita.
Presenti all’incontro convocato dal sindaco di Foggia i parlamentari del territorio Michele Bordo, Colomba Mongiello, Lello Di Gioia, la parlamentare europea Barbara Matera, l’assessore regionale al Bilancio Leonardo Di Gioia, i consiglieri regionali Giandiego Gatta, Roberto Ruocco, Anna Nuzziello, il presidente della Camera di Commercio Fabio Porrecca. «Un esempio di come questioni strategiche come la piena funzionalità del nostro aeroporto possano e debbano trovare il più alto tasso di condivisione e di collaborazione, anche nel percorso operativo da attuare – spiega il primo cittadino –. Ringrazio tutti coloro i quali hanno partecipato ad un incontro che non è stato caratterizzato dal ripetere retoricamente gli obiettivi ai quali tendiamo, ma dalla definizione delle strategie più efficaci per raggiungerli».
La “cabina di regia” istituzionale insediatasi ieri ha infatti esaminato i diversi aspetti della partita riguardante il “Gino Lisa”, definendo modalità e “compiti” di ciascun soggetto coinvolto. La parlamentare europea Barbara Matera si occuperà infatti di seguire da vicino e con attenzione l’evolversi della questione relativa alla compatibilità del finanziamento concesso all’aeroporto della provincia di Foggia con i limiti che l’Unione Europea fissa attorno ai cosiddetti “aiuti di Stato”; i parlamentari nazionali, dal canto loro, si impegneranno per sollecitare un rapido rilascio della Valutazione di Impatto Ambientale da parte della Commissione Nazionale VIA, passaggio fondamentale e decisivo per l’allungamento della pista; i consiglieri regionali e l’assessore regionale al Bilancio, infine, si faranno promotori di un incontro urgente con la presidenza della Regione Puglia e con i vertici della società Aeroporti di Puglia per discutere delle condizioni imposte dal Piano Nazionale degli Aeroporti varato dal Ministero dei Trasporti per includere il “Gino Lisa” all’interno degli scali di interesse nazionale. Il Piano prevede infatti che nell’arco di un anno sia presentato il Piano Industriale per l’aeroporto e che ne sia dimostrata la sostenibilità economica e finanziaria, oltre che l’assolvimento della cosiddetta funzione di “continuità territoriale”. Aspetti, soprattutto sul fronte economico, che Regione Puglia e Aeroporti di Puglia devono impegnarsi a rendere attuabili sul piano concreto. Il presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca, invece, assieme al sindaco di Foggia svolgerà un compito di coordinamento, seguendo le fasi dell’iter descritto ieri e partecipando agli incontri istituzionali che saranno promossi.
«Quello di mettere l’aeroporto “Gino Lisa” nella condizione di esprimere appieno tutte le sue potenzialità è un traguardo ambizioso, per il quale occorre il fattivo contributo di tutti – sottolinea il sindaco di Foggia –. Da questo punto di vista intendiamo mantenere costante e vivo il confronto ed il contatto con il mondo dell’associazionismo che in questi anni ha svolto un lavoro encomiabile sul piano delle proposte, della sensibilizzazione della comunità e della capacità di mobilitazione. L’obiettivo dell’iniziativa a cui abbiamo dato vita è anche e soprattutto quello di sottrarre un tema così importante alle fisiologiche dinamiche della propaganda e della speculazione politica, specie in un momento così delicato come la vigilia delle elezioni regionali – evidenzia il primo cittadino –. Ciascuno oggi ha assunto un impegno, ciascuno ha messo a disposizione del territorio la sua funzione istituzionale. È questa la strada giusta da percorrere».
A margine della riunione, inoltre, si è discusso anche della questione inerente la bretella ferroviaria Bari-Foggia e Foggia-Caserta e del rischio di utilizzo del bivio di Cervaro anche per i treni passeggeri. Sul punto i parlamentari del territorio hanno comunicato in via ufficiale l’ottenimento di in incontro, previsto per il prossimo martedì 24 febbraio, con l’Amministratore Delegato di RFI, Michele Elia, proprio per discutere della vicenda. Incontro al quale prenderà parte anche il primo cittadino.