“Giordano In Jazz-Winter Edition 2016”: Tony Momrelle in Cattedrale

Ancora un grande appuntamento per “Giordano In Jazz-Winter Edition” 2016, il prestigioso ciclo di concerti organizzato dal Comune di Foggia -per il tramite dell’Assessorato alla Cultura- e da Moody Jazz Cafè.
Martedì 20 dicembre, alle 21 (ingresso alle 20.30), la Cattedrale di Foggia ospiterà il concerto gratuito “Soul Christmas” del celebre Tony Momrelle, che sarà accompagnato al piano da Emiliano Pari.
All’inizio dello scorso luglio, il duo ha aperto tre concerti live degli “Earth Wind & Fire” in Gran Bretagna.

TONY MOMRELLE
Cantante soul e jazz nonché autore, ultimo lead male vocalist della famosissima band inglese degli “Incognito” (con la quale ha terminato un percorso comune di 16 anni proprio questa estate), è uno dei musicisti più interessanti e significativi della scena britannica moderna.
Tony cominciò a studiare musica a soli 8 anni, facendo le sue prime esperienze di canto all’interno di un coro di musica Gospel e, a soli 18 anni, firmò il suo primo contratto discografico. Da quel momento, la carriera di Tony decollò fino a portarlo in tour con alcuni dei più grandi artisti del mondo, tra cui Elton John, Gloria Estefan, Celine Dion, Sade, Janet Jackson, Gary Barlow, Andrea Bocelli, Gwen Stefani, Gabrielle, Robert Palmer, Beautiful South, il gruppo Gospel “Seven” e molti altri.
I critici musicali John Rockwell (New York Times) e Paul Morley (BBC) lo hanno definito come il legittimo erede di Stevie Wonder, a causa della sua somiglianza vocale e del feeling unico della sua voce. A ulteriore conferma, durante il tour in Giappone con gli “Incognito”, Tony ricevette una telefonata a sorpresa da Stevie Wonder in persona, che si complimentò affermando di essere un suo fan.
Il successo di Tony colpì Bluey Maunick, frontman degli “Incognito”, che lo ingaggiò come voce maschile della band.
Nel 2011 Sade lo volle nuovamente al suo fianco per il tour che segnò il ritorno della grande artista. Questo portò Tony a calcare i palchi più importanti del mondo. Nel 2015 il suo EP Keep Pushing lo ha lanciato sulle vette delle classifiche britanniche.

EMILIANO PARI
43 anni, romano, è pianista, cantante, compositore e arrangiatore. Si è diplomato all’Università della Musica di Roma in Pianoforte Jazz.
La sua carriera musicale è iniziata dapprima come tastierista per varie formazioni jazz e R&B, per poi proseguire come Pianista-Cantante solista, riproponendo brani di artisti come Rufus Thomas, Stevie Wonder, Wilson Pickett, George Benson ed altri capostipiti della scena soul statunitense.
Dopo numerose esperienze con diverse formazioni, collaborazioni con noti artisti italiani e molti concerti nei più famosi club italiani (“The Place”, “Alexander Platz”, “Circolo degli Artisti”, “Fillmore”, “Urban” ecc.), è approdato nel 2009 alla realizzazione del suo primo album da solista, intitolato A New Morning.
Attualmente, sta lavorando stabilmente come pianista Hammondista nella trasmissione di Rai Radio 1 Latitudine Soul”, una sorta di enciclopedia della musica nera scritta da Luca Sapio, con Luca Ward per la regia di Andrea Cacciagrano.

PROSSIMO APPUNTAMENTO DEL GIORDANO IN JAZZ
25 dicembre | JAMES HALL Worship & praise
P.zza Cesare Battisti, ore 20, ingresso libero