"Giorno della Memoria": il messaggio del sindaco di Foggia

Ricorre, oggi, un giorno triste per tutti noi, il “Giorno della Memoria”, istituito per ricordare una delle pagine più oscure della storia del genere umano: il terribile olocausto degli Ebrei perpetrato dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale.
Un giorno triste perché racconta di milioni di vittime innocenti ma soprattutto perché rammenta quanto possa essere atroce la crudeltà dell’uomo per gli scopi più abietti e l’indifferenza di chi essendo a conoscenza degli orrori non fa nulla per impedirli.
Ma è anche un giorno di speranza, perché nel celebrarlo, anno dopo anno, coltiviamo la consapevolezza di quanto è successo per opporci con tutte le nostre forze al ripetersi di questi orrendi crimini contro l’umanità. Le periodiche recrudescenze di fenomeni di antisemitismo -per quanto opera di fanatici esaltati che non saranno mai in grado di coinvolgere nella loro follia, le persone civili e raziocinanti- devono essere tenute sotto controllo e confermano la necessità del “Giorno della Memoria” come baluardo indispensabile contro la barbarie di questi crimini disumani.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi