Il sindaco di Foggia ha premiato Martina Sassani, campionessa del mondo Dsiso di nuoto sincronizzato

Questo pomeriggio, il sindaco di Foggia Franco Landella ha voluto consegnare un riconoscimento ufficiale, a nome della comunità cittadina, a Martina Sassani, atleta della FISDIR (Federazione Italiana Disabilità Intellettiva Relazionale) tesserata per l’ASSORI di Foggia, che ha conquistato -assieme alla atleta di Chiavari Marta Cantero- la medaglia d’oro nel nuoto sincronizzato di coppia ai Campionati Mondiali D.S.I.S.O. (Down Syndrome International Swimming Organization) che si sono svolti a Morelia (Messico) dal 7 al 15 novembre 2014. Martina non è nuova a queste imprese di assoluto prestigio, dato che, sempre in coppia con la Cantero, aveva già vinto lo stesso titolo nel 2012, nell’edizione dei campionati iridati che si era svolta in Italia, a Loano (SV). Ad accompagnare Martina nell’incontro con il primo cittadino, c’era il padre, il dottor Ennio, ma anche il dott. Costanzo Mastrangelo (medico DSISO oltre che presidente dell’Assori di Foggia e capo delegazione degli azzurri in Messico), Floriana De Vivo (foggiana, allenatrice di Martina nonché delegato regionale della FISDIR), il delegato provinciale del Coni di Foggia prof. Domenico Di Molfetta e la responsabile provinciale del C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico) avv. Francesca Rondinone. Assieme al sindaco, a premiare l’atleta, c’erano anche il vice sindaco Francesco D’Emilio e l’assessore comunale allo Sport Sergio Cangelli.

«Siamo davvero orgogliosi di avere a Foggia un’atleta che regala grandi soddisfazioni agonistiche alla città, alla sua famiglia, alla federazione e alla società di appartenenza», ha detto il sindaco Landella nel consegnare la targa. «E’ importante fare i complimenti a Martina, ma anche ricordare tutti gli atleti di Foggia che -in questo e in altri settori- ci rendono orgogliosi di essere foggiani. Ed anche i genitori, che  con grande dedizione perseguono il benessere, i traguardi sportivi ed i risultati di crescita individuale e sociale dei ragazzi. Ringrazio il dottor Costanzo Mastrangelo che, con l’instancabile impegno suo e dei suoi collaboratori, rende possibile questi successi. Una parola particolare anche per il tecnico, Floriana De Vivo: gli allenatori sono figure fondamentali nell’età dello sviluppo, per i ragazzi che praticano attività sportive. E noi tutti dobbiamo ringraziare i tecnici che svolgono con senso di responsabilità, competenza e passione il loro importante compito. Voglio anche Ringraziare, infine, le autorità sportive: il delegato provinciale del Coni, Domenico Di Molfetta, e la responsabile provinciale del Comitato Paralimpico Francesca Rondinone: pur nelle difficoltà sempre maggiori fatte segnare negli ultimi anni dalle organizzazioni sportive, con il loro impegno e il loro ingegno riescono a promuovere lo Sport con tutte le ricadute insostituibili che hanno, in termini di qualità della vita, sulla comunità cittadina e provinciale».

Felice e orgogliosa di ricevere il premio Martina -classe 1991, ha cominciato a frequentare la piscina all’età di appena 4 anni- che nonostante gli importanti risultati già raggiunti, non si sente ancora appagata e continua ad allenarsi con impegno e si prepara ad altri ambiziosi traguardi.
Come ha sottolineato il dottor Mastrangelo, infatti, proprio da Foggia, dall’Assori, è partito lo stimolo alla Federazione internazionale, la DSISO, per inserire il nuoto sincronizzato tra le discipline ammesse ai campionati mondiali. Ma il passo successivo, ha anticipato, è l’inserimento del nuoto sincronizzato nel programma delle Paralimpiadi: nel qual caso, Martina sarebbe una delle più quotate candidate a partecipare all’appuntamento a cinque cerchi. Il delegato provinciale del Coni, Di Molfetta, ha apprezzato l’attenzione del primo cittadino per il mondo sportivo e per l’importanza dell’attività motoria e ha ricordato che dal primo momento è iniziata una intensa collaborazione con la giunta in carica, che ha importanti obiettivi, come quello della costituzione della Consulta comunale dello Sport.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi