05
LUG
2013

Mercato viale Pinto, Mongelli: “E’ diventata la frontiera della legalità; lavoreremo per il ritorno di tutti gli operatori di CampagnAmica”.

“Questa è la nostra frontiera a difesa della legalità”. E’ il sindaco Gianni Mongelli ad attribuire un “valore altamente simbolico” al mercato ortofrutticolo di viale Luigi Pinto, semi distrutto dalle fiamme, visitato questa mattina in compagnia dell’on. Colomba Mongiello e del direttore e vicedirettore provinciali di Coldiretti Giorgio Donnini e Giuseppe Palladino. Come annunciato, Mongelli ha acquistato “cibo ottimo e sano” presso le ultime due botteghe attive delle 20 di CampagnAmica: “tutti i foggiani dovrebbero venire qui a fare la spesa per dimostrare che i delinquenti non l’avranno vinta e per restituire fiducia agli operatori che hanno visto andare letteralmente in fumo investimenti e lavoro”. “Il mio auspicio è che tutti gli operatori ritornino in questa che un tempo era una bella struttura al servizio di migliaia di cittadini – ha continuato il sindaco – Per parte nostra, ripuliremo l’area da questi rifiuti speciali nel più breve tempo possibile e faremo tutto quanto necessario per restituire la piena agibilità al mercato. L’obiettivo, condiviso con Coldiretti e l’intero sistema imprenditoriale e istituzionale cittadino, è favorire la riapertura di tutte le botteghe incendiate e promuovere la piena integrazione con i commercianti storici. Insieme a tutti loro valuteremo gli interventi necessari a garantire un’efficace vigilanza del mercato e più frequenti controlli da parte della Polizia Municipale. Qualcuno ha dichiarato guerra alla città e mi auguro che sia presto individuato e chiamato a rispondere dei reati commessi – ha concluso il sindaco – Nel frattempo, tutti noi dobbiamo difendere il mercato e, con esso, l’idea che Foggia ha diritto a crescere ed a diventare una città normale”.

Autore: Gianni di Bari