Nessun aumento dell’ecotassa regionale per lo smaltimento dei rifiuti in discarica per la città di Foggia

Sul Comune di Foggia non graverà l’aumento dell’ecotassa regionale per lo smaltimento dei rifiuti in discarica. A determinarlo il raggiungimento, nel mese di giugno 2015, di un valore di raccolta differenziata dei rifiuti recuperabili superiore di oltre 5 punti percentuali rispetto a quello ottenuto nel mese di novembre 2014, pari al 7,11 per cento. «Un risultato importante, che per un verso scongiura un aumento della tassazione e per l’altro dimostra che la città di Foggia sta imboccando una strada virtuosa rispetto al grande ed importante tema della raccolta differenziata – commenta il sindaco di Foggia, Franco Landella –. Da questo punto di vista desidero esprimere un ringraziamento ad AMIU Puglia SpA, perché è stato possibile cogliere questo obiettivo soprattutto grazie alle iniziative messe in campo congiuntamente dall’Amministrazione comunale e dall’azienda».

I dati consuntivi di raccolta nel mese di giugno di quest’anno, infatti, hanno evidenziato un risultato del 13,05%, utile ad evitare, come detto, l’incremento dell’ecotassa regionale per lo smaltimento dei rifiuti in discarica, che avrebbe comportato un rincaro di oltre 600mila euro sulla Tari del 2015. «Scongiurare l’aumento dell’ecotassa regionale non era un traguardo facile da tagliare – sottolinea l’assessore comunale con delega all’Ambiente, Francesco Morese –. Un grazie va dunque ai nostri cittadini, la cui collaborazione in questo settore è fattore decisivo per invertire la tendenza ed avviare Foggia speditamente sul percorso di una moderna cultura ambientale che porti alla partenza della raccolta differenziata cosiddetta “di prossimità”. È con questo approccio che occorre proseguire nel lavoro che, un passo alla volta, abbiamo avviato, ad esempio attraverso l’avvio della raccolta dell’umido presso mercati ed attività commerciali – evidenzia Morese –. Si tratta di dinamiche che riconosco non essere semplici, perché incidono innanzitutto sulle abitudini e, dunque, vanno accompagnate dalla giusta ed adeguata opera di comunicazione e sensibilizzazione».

«Proprio in ragione di questo risultato siamo determinati a mettere in campo il massimo dell’impegno affinché, assieme ai vertici di AMIU Puglia SpA, a cominciare dal presidente Gianfranco Grandaliano e dal direttore Antonio Di Biase, si cominci la sperimentazione della raccolta differenziata “di prossimità” – conclude l’assessore comunale all’Ambiente –. Siamo fiduciosi che Foggia saprà dimostrarsi all’altezza di questa sfida, che è importante e strategica, sia sul fronte propriamente ambientale sia su quello delle ricadute concrete e tangibili sul piano dei vantaggi economici che questo processo può determinare in termini di riduzione del peso e del carico fiscale per la nostra comunità».