Palazzo Uffici statali, revocata l’ordinanza di messa in sicurezza della zona per l’avvio dei lavori

Con l’ordinanza sindacale 47 del 29 dicembre 2015 è stata revocata l’ordinanza 37 del 16 novembre 2015 con cui si disponeva la messa in sicurezza del Palazzo degli Uffici statali di Foggia. Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’avvio dei lavori che riguardano lo stabile che affaccia su piazza Giordano, via Lanza, piazza Cavour e corso Giannone, a seguito del tavolo tecnico svolto negli uffici del Servizio Urbanistico del Comune di Foggia lo scorso 7 dicembre, relativo all’esame, all’approvazione ed al rilascio dei pareri degli enti interessati finalizzati all’avvio dei lavori.
Si tratta di interventi che mirano ad eliminare i rischi che minacciavano la pubblica e privata incolumità per distacchi di intonaco e di pesanti frammenti lapidei del cornicione delle facciate del palazzo di proprietà dell’Agenzia del Demanio, oltre che eliminare lo stato di grave pregiudizio di igiene pubblica delle aree a verde inglobate dagli apprestamenti di sicurezza.
«Grazie all’interessamento dell’Amministrazione comunale – spiega il sindaco di Foggia, Franco Landella – siamo riusciti a riunire attorno ad un tavolo tutte le parti interessate ed a giungere, finalmente, all’avvio dei lavori, restituendo in tempi brevi ai cittadini Foggiani un tratto di corso Giannone, di piazza Cavour e di via Lanza, che sono le zone centrali interessate dai lavori di manutenzione dell’edificio».