Parco San Felice, affidati i lavori di rimessa in esercizio dell’impianto di pubblica illuminazione

«Come avevamo promesso solo poche settimane fa Parco San Felice smetterà di essere sprovvisto di un sistema di illuminazione e di essere una sorta di luogo abbandonato e dunque pericoloso. Rimettere in esercizio l’impianto di pubblica illuminazione del parco era un dovere dopo anni di incuria amministrativa e configura un intervento teso anche a riavvicinare la nostra comunità al suo più grande ed importante polmone verde». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, all’affidamento – operato dal Servizio Lavori Pubblici dell’Ente di Palazzo di Città – dei lavori di rimessa in esercizio dell’impianto di pubblica illuminazione di Parco San Felice, attualmente devastato a seguito dei ciclici furti di cavi di rame e del quadro elettrico, oltre che da innumerevoli atti di vandalismo.
Ad aggiudicarsi i lavori di rimessa in sicurezza tecnica, meccanica ed illuminotecnica dell’impianto di Parco San Felice, per un ammontare complessivo di 51mila 500 euro, a seguito di regolare gara di evidenza pubblica, è stata la ditta Consorzio Sistema Impresa Italia di Foggia.
«Quello che abbiamo provveduto a finanziare ed affidare è per noi un intervento di grandissima importanza – sottolinea l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Antonio Bove –. Con il ripristino dell’illuminazione a Parco San Felice noi contiamo di ottenere un duplice obiettivo: da un lato restituire dignità ad un luogo che negli ultimi anni è stato ignorato e vandalizzato, dall’altro rimettere in moto un meccanismo utile a riavvicinare ragazzi e famiglie al parco, tornando a far sì che esso sia un polo di socializzazione e non una “terra di nessuno” in cui spadroneggiano delinquenza e vandalismo, agevolati proprio dall’assenza di illuminazione».
«Sin dal momento del nostro insediamento abbiamo considerato strategico intervenire sulla fruibilità di Parco San Felice, anche per la valenza simbolica che quest’area ha assunto per la nostra città – aggiunge l’assessore comunale all’Ambiente, Francesco Morese –. Per troppi anni Parco San Felice è stato il simbolo del degrado. Oggi, invece, noi cominciamo il percorso che dovrà portarlo ad essere nuovamente un orgoglio per la nostra comunità. Il ripristino del sistema di illuminazione, infatti, si affianca alla cessione in comodato d’uso del teatro e della struttura di servizio al centro del parco, che proprio recentemente abbiamo presentato».
«La cura del verde, il ritorno in funzione del sistema di illuminazione, le idee che animeranno le attività sociali e culturali della struttura al centro di Parco San Felici riporteranno quest’area al ruolo che può e deve svolgere nelle dinamiche di vita della città – conclude il sindaco Landella –. Un ruolo ed una funzione che per troppo tempo l’inciviltà di una minoranza di foggiani ha messo in discussione».