Parte la 46^ stagione concertistica degli “Amici della Musica di Foggia: domani, il balletto Romeo e Giulietta con la Compagnia “Balletto del Sud”

Riprende con un grande appuntamento, l’attività degli “Amici della Musica” di Foggia al Teatro comunale “Umberto Giordano”.
Con la messa in scena del celebre balletto “Romeo e Giulietta”, su musiche di Sergej Prokof’ev, da parte della Compagnia leccese “Balletto del Sud”, domani, inizierà la 46^ Stagione Concertistica del prestigioso sodalizio foggiano, realizzata con il patrocinio del Comune di Foggia e con il supporto della Regione Puglia e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
La campagna di abbonamenti per la stagione musicale è andata molto bene: esauriti tutti quelli a disposizione, per gli appassionati di musica e balletto bisognerà affrettarsi ad acquistare, volta per volta, i tagliandi in vendita per ciascun appuntamento.
Grande la soddisfazione del Presidente e del Vice Presidente degli “Amici della Musica”, Domenico Berlingieri ed Enrico Sannoner, ma anche del sindaco Franco Landella e dell’assessore comunale alla Cultura Anna Paola Giuliani, per l’ottimo riscontro ricevuto dal pubblico prima ancora dell’inaugurazione della stagione.

Romeo e Giulietta è un balletto in due atti, basato sull’omonima tragedia di William Shakespeare e musicato dal grandissimo compositore russo Prokof’ev tra il 1935 (prima versione) e il 1938 (versione definitiva). La coreografia della messa in scena foggiana è curata da Fredy Franzutti, direttore della compagnia di balletto salentina. Lo spettacolo, in scena da diverse stagioni, ha raccolto corali apprezzamenti, sia per la parte coreografica che per quella visiva: le scene (realizzate da Francesco Palma) sono tratte dai dipinti di Giotto, Piero della Francesca e Cimabue e ci introducono in un mondo illustrativo bidimensionale, sospeso e fluttuante.

L’OPERA
La tragedia di William Shakespeare, Romeo e Giulietta, è sicuramente una delle storie d’amore più popolari di ogni tempo e luogo. La vicenda dei due amanti di Verona ha assunto nel tempo un valore simbolico, diventando l’archetipo dell’amore perfetto ma avversato dalla società.
La compagnia Balletto del Sud, oggi una delle più note e apprezzate nel panorama nazionale, presenta la sua versione del balletto Romeo e Giulietta, sulla trama della tragedia di Shakespeare e sull’omonima partitura di Sergej Prokofev.
Il coreografo Fredy Franzutti crea il balletto per la sua compagnia riscuotendo successo di pubblico e critica, sia per la parte coreografica che per quella visiva: le scene (realizzate da Francesco Palma) sono tratte dai dipinti di Giotto, Piero della Francesca e Cimabue e ci introducono in un mondo illustrativo bidimensionale, sospeso e fluttuante.
I costumi sono ricostruttivi dell’età medioevale italiana, nella quale Franzutti pone l’ambientazione della vicenda. Il fascino arcaico del medioevo è stato considerato uno dei punti di forza della produzione.

Il Romeo e Giulietta del Balletto del Sud è proposto in occasione dei 400 anni dalla morte di William Shakespeare. Lo spettacolo ha raccolto, fin dalle prime esecuzioni del 1998, pieni consensi di pubblico e apprezzamenti dalla critica ed è stato trasmesso integralmente da Rai due la notte di Natale 2010 e più volte da Rai Uninettuno.

LA COMPAGNIA
Il “Balletto del Sud” nasce nel 1995 fondato e diretto dal coreografo italiano Fredy Franzutti, ospite del Teatro Bol’šoj di Mosca, dell’opera di Roma, dell’opera di Sophia, dell’opera di Montecarlo e di Bilbao. Riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali dal 1999, il Balletto del Sud, oggi una delle più apprezzate compagnie di danza in Italia, presenta un organico composto da 16 solisti di diverse nazionalità, di elevato livello tecnico e in grado di alternarsi nei ruoli principali.
La compagnia, vanta un repertorio di trenta produzioni comprendente i grandi titoli della tradizione classica coreografati da Fredy Franzutti e impreziositi dalla partecipazione di etoilè ospiti come Carla Fracci, Lindsay Kemp, Luciana Savignano, Alessandro Molin, Xiomara Reyes. Le molteplici tournèe nel territorio nazionale annoverano importanti teatri e festival (“La Versiliana”, “Il Vittoriale” di Gardone, Spoleto, Vignale, Todi, Bologna, il “Mittlefest” di Cividale del Friuli  etc.) per un totale di circa 80 spettacoli ogni anno; Il Balletto del Sud partecipa, inoltre, a diversi eventi televisivi di RAI Uno, come le coreografie del”Concerto di capodanno 2004″ in diretta eurovisione dal Teatro “La Fenice” di Venezia, e a numerose produzioni d’opera lirica, come al Teatro “Politeama Greco” di Lecce (dal 1998, su invito di Katia Ricciarelli, a oggi, su invito di Filippo Zigante) e al ROF di Pesaro, al Teatro Lirico di Cagliari, al Teatro Bellini di Catania, al Teatro Valli di Reggio Emilia e in Svizzera, Spagna, Portogallo, Germania, Russia e Montecarlo. Dal 1997 produce, ogni anno, un balletto con più repliche nella stagione sinfonica dell’orchestra “Tito Schipa” di Lecce (oggi diretta da Marcello Panni). Nel 2006 il Balletto del Sud è stato invitato dall’ambasciatore d’Italia in Vietnam per una tournèe nei teatri di Hanoi e Ho Ci Min City. Nel 2010 la Compagnia è stata ospite del Teatro dell’“Opera di Tirana” in Albania. Tra gli eventi e le inaugurazioni, ricordiamo anche quelli realizzati per la Fondazione Memmo -il Teatro Romano di Lecce- e quelle per Vittoria Cappelli -Porta Galliera e la Scalinata del Pincio di Bologna etc.
I progetti con cadenza annuale come “La scuola a Teatro”, che giunto alla XV edizione che vede coinvolti ogni anno 3.000 studenti e “Itinerario Danza”, un circuito estivo di spettacoli nel territorio salentino. L’attività del “Balletto del Sud” si arricchisce di collaborazioni con tantissimi artisti tra i quali: Pier Luigi Pizzi, Franco Battiato, Lorin Maazel, Francesco Libetta, Richard Bonynge,  Giorgio Albertazzi, Ugo Pagliai, che hanno contribuito al successo riconosciuto dalla critica e dal pubblico.