Pittura e ricette delle città gemellate Foggia e Göppingen in un libro

Il 10 febbraio, alle ore 18, nella Sala “Mazza” del Museo Civico, sarà presentato il libro “Gustare senza frontiere: quando le città gemellate cucinano”.
L’autore, Toni Falconieri, che sarà presente, è un pugliese trapiantato felicemente a Göppingen da numerosi anni e che da tempo è impegnato a rafforzare i legami tra le due città gemellate.
Il volume raccoglie una serie di ricette, sia di Göppingen e Foggia che di Klosterneuburg (Austria), Pessac (Francia) e Sonneberg (Germania), città gemellate con Göppingen. Le pagine sono arricchite con immagini realizzate dall’autore, valente illustratore, e da altri giovani artisti tra cui, per Foggia, alcuni alunni del Liceo Artistico “Perugini”. Le illustrazioni impiegate per il libro saranno in mostra nella “Sala Diomede” del Museo, dal 10 al 15 febbraio.
Il volume sarà messo in vendita a scopo benefico: il ricavato sarà devoluto alla ricerca per la cura della S.L.A.
«È una bella occasione -ha sottolineato il sindaco di Foggia Franco Landella- nata all’insegna della Cultura, delle tradizioni gastronomiche e del coinvolgimento dei giovani, utile a conoscere e approfondire il legame ultra-quarantennale che unisce le nostre due città, sotto il segno della dinastia Hohenstaufen. Un momento di rilancio del gemellaggio che fu precursore dei rapporti a cui oggi l’Unione Europea ha dato dignità istituzionale».
«La cucina è un elemento che riflette la storia e l’identità di un popolo, -fa notare l’assessore alla Cultura e ai Gemellaggi del Comune di Foggia, Anna Paola Giuliani- e bene ha fatto Falconieri ad abbinarla all’espressione pittorica per raccontare due terre amate dal grande Federico II che torneranno a dialogare con maggiore frequenza come era in passato».