Ponte di via Cerignola, l’Amministrazione comunale sta effettuando prove di carico per la verifica della staticità della struttura

A seguito dell’incendio che ha riguardato il cavalcaferrovia di via Cerignola, l’Amministrazione comunale di Foggia ha chiuso l’arteria per effettuare le indagini sulla staticità della struttura, attraverso alcune prove di carico, con relative analisi dei materiali, che sveleranno se il ponte possa essere riaperto al traffico veicolare in condizioni di sicurezza. «Comprendiamo i disagi di molti automobilisti che ogni giorno utilizzano quella arteria stradale per gli spostamenti giornalieri – spiega il sindaco di Foggia, Franco Landella –, ma tuttavia occorre avere la certezza della staticità di una struttura che oltretutto sovrasta una linea ferroviaria importante. Quindi il ponte verrà riaperto al traffico solo quando ci saranno tutte le condizioni di sicurezza necessarie».

Da giovedì 5 marzo, inoltre, la linea 20 dell’ATAF SpA, che collega la città con Borgo Incoronata, in concomitanza della chiusura del cavalcaferrovia, effettuerà un percorso alternativo: in andata via Galliani – piazza Italia – via Bari – viale Di Vittorio – viale Fortore – via Leone XIII – via Trinitapoli – a sinistra verso la Tangenziale direzione statale 16 (2° ponte dopo Quadrone delle Vigne) – a destra verso uscita Potenza – a destra verso la statale 16 per Bari (incrocio Hotel Salice) – a destra verso la statale 16 direzione Incoronata. Al ritorno: Incoronata – statale 16 a sinistra (incrocio Hotel Salice) – a sinistra statale 16 uscita Pescara direzione via Trinitapoli (autodemolizione) – via Leone XIII – viale Fortore – via Guglielmi – via Caggese – via Galliani.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi