Data:19 Set, 2013

ICI

Comunicato ICI

SCADENZE

Entro il 16 dicembre, a norma delle vigenti disposizioni in materia deve essere versata la seconda ra- ta dell’ICI per l’anno 2011 a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

ALIQUOTE e DETRAZIONI 2011

Aliquote e riduzioni determinate con delibera di Giunta Comunale n. 38 del 13 Aprile 2011 valide per l’anno 2011, come da prospetto riepilogativo di seguito riportato:

 

ALIQUOTE

TIPOLOGIA

5,5‰

(cinque virgola cinque) per mille

limitatamente alle unità immobiliari, adibite ad abitazione principale non esentate in quanto appartenenti alle categorie A1-A8-A9 e per i residenti all’estero iscritti all’AIRE.

5,0‰

(cinque) per mille

limitatamente alle unità immobiliari, adibite ad abitazione principale (non esentate) con annesse pertinenze, possedute a titolo di proprie- tà o usufrutto (soggetti passivi ) da anziani ultrasessantacinquenni.

5,0‰

(cinque) per mille

limitatamente alle unità immobiliari, adibite ad abitazione principale (non esentate) con annesse pertinenze, possedute a titolo di proprie- tà o usufrutto (soggetti passivi) da nuclei familiari nel cui stato di famiglia è presente un portatore di handicap, con inabilità ricono- sciuta al 100% e titolare di assegno di accompagnamento come da certificazione rilasciata dalle competenti strutture pubbliche.

0,0‰ (zero) per mille esente

per l’abitazione locata tramite il cosiddetto canale agevolato o convenzionato  (art.2,  commi3  e  art  5,  commi  1  e  2  della  Legge09/12/98, n. 431 e successive modifiche ed integrazioni) a soggetto che la utilizza a titolo di abitazione principale (contratti di locazione a canone agevolato).

7,0‰

(sette) per mille

quale aliquota ordinaria, (relativamente a tutti gli altri fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli).

9,0‰

(nove) per mille

per gli alloggi che al 1° gennaio 2011 non risultano  locati da alme- no due anni – (art. 2, comma 4 della L. n. 431/98 e successive modifi- che ed integrazioni).

 

DETRAZIONI PER ABITAZIONE PRINCIPALE

€ 103,29 ( centotre/29)

limitatamente alle unità immobiliari, adibite ad abitazione principale non esentate se appartenenti alle categorie A01, A08 e A09 e per i residenti all’estero iscritti all’AIRE.

INFORMAZIONI GENERALI

–      L’imposta per l’anno 2011 dovrà essere liquidata secondo le disposizioni di cui al Decreto Legge n. 93 del 27 maggio 2008 convertito con Legge n. 126 del 24 luglio 2008 (esenzione dell’imposta per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale e loro pertinenze, con esclusione di quelle appartenenti alle categorie catastali A01, A08 e A09) e relative circolari ministeriali espli- cative;

–      Con riferimento agli immobili per i quali  – nell’anno corrente – è stato acquisito, oppure è stato perso il diritto all’esenzione e/o agevolazione dall’imposta, è prescritta dalla normativa vigente le la presentazione della dichiarazione ICI;

–      La dichiarazione deve essere presentata o inviata a mezzo posta (con raccomandata senza rice- vuta di ritorno) alla società AIPA Spa – via Michele Papa, 28 – 71121 Foggia –  entro il 30 giugno

2012, o comunque entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2011, utilizzando, per la compilazione, gli appositi modelli ministeriali messi a disposi- zione e distribuiti gratuitamente dalla società AIPA Spa o reperibili in commercio presso le ri- vendite specializzate.

Tale modello è inoltre reperibile online scaricandolo dal sito web del Comune (sportello “Politi- che Fiscali” sezione  Ici>modulistica) e AIPA Spa (www.aipaspa.it >sezione contatti>Comune di Foggia) o dal sito web del Ministero dell’Economia e Finanze;

Inoltre si precisa che per i contribuenti che effettuano l’invio telematico della dichiarazione dei redditi (modello unico) il termine di presentazione della dichiarazione ICI è fissato al 31 luglio

2012 se non disposto diversamente dalla legge o altro atto normativo;

–      Per i versamenti effettuati oltre la scadenza, l’utente può versare l’imposta utilizzando il ravvedi- mento operoso di cui all’art. 13, del D. L.gs. n. 472 del 1997 e s.m.i

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Il Comune di Foggia effettua la riscossione dei propri tributi tramite la società concessionaria AIPA Spa.

Gli uffici del concessionario ubicati in  Via M. Papa, 28, sono a completa disposizione per qualsiasi in- formazione e/o chiarimento, nonché per effettuare il pagamento dell’imposta tramite versamento in contanti (anche tramite POS), senza alcun addebito di commissioni e/o spese, ai seguenti orari:

dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00                  Lunedì, Mercoledì,Venerdì e Sabato

dalle 08.00 alle 19.00                                                                  Martedì e Giovedì

dalle 09.00 alle 12.00                                                                  Prima domenica del mese

 

ULTERIORI MODALITA’ DI VERSAMENTO DELL’IMPOSTA

Il versamento dell’imposta potrà essere effettuato:

  •  presso gli uffici postali, tramite bollettino di conto corrente postale n. 1000500734 intestato ad

AIPA S.P.A. – Comune di Foggia – ICI

  • tramite modello “F24” – utilizzando i seguenti codici nella “ sezione ICI ed altri tributi locali
  •  Codice Catastale Comune di Foggia – D643
  •  Codice Tributo 3901 – imposta comunale sugli immobili per abitazione principale
  • Codice Tributo 3902 – imposta comunale sugli immobili per i terreni agricoli
  • Codice Tributo 3903 – imposta comunale sugli immobili per le aree fabbricabili
  • Codice Tributo 3904 – imposta comunale sugli immobili per gli altri fabbricati
  • Codice Tributo 3906 – imposta comunale sugli immobili – ravvedimento operoso per manca- to o insufficiente versamento – Interessi
  • Codice Tributo 3907 – imposta comunale sugli immobili – ravvedimento operoso per manca- to o insufficiente versamento – Sanzioni.
  • tramite bonifico bancario – avendo cura di riportare, il codice fiscale, l’importo e la specifica ac- conto/saldo – ravvedimento – in favore di uno dei seguenti conti correnti aventi le seguenti co- ordinate:
  •  Banca Nazionale del Lavoro – codice IBAN: IT-10-K-01005-01660-000000000348
  • Per i bonifici dall’estero il codice BIC è B N L I I T R R
  •  Banco Postacodice IBAN: IT-07-M-07601-01600-001000500734
  • Per i bonifici dall’estero il codice BIC è B P P I I T R R X X X.

|Indietro|