Presentata la 46^ stagione concertistica degli “Amici della Musica di Foggia: ancora collaborazione con il Comune e spettacoli al “Giordano”

E’ stata presentata, questa mattina,  nel corso di una conferenza stampa nella Sala Giunta di Palazzo di Città, a Foggia, la 46^ Stagione concertistica dell’Associazione Amici della Musica di Foggia, organizzata in collaborazione con l’Amministrazione comunale, con il tramite dell’Assessorato alla Cultura.
Ad illustrare la rassegna, con il sindaco Franco Landella tenuto a casa da un fastidioso malanno di stagione, c’erano l’assessore comunale alla Cultura Anna Paola Giuliani, il presidente e il vice-presidente degli “Amici della Musica”, Domenico Berlingieri ed Enrico Sannoner, ed il presidente della Commissione Cultura Antonio Vigiano.
«E’ importante proseguire la collaborazione con una associazione prestigiosa come gli “Amici della Musica”, -ha tenuto a sottolineare l’assessore Giuliani-. Dallo scorso anno, con la riapertura del nostro teatro “Giordano”, abbiamo operato in sinergia per arricchire l’offerta culturale della struttura e, in quanto a scelte relative alla musica classica, al balletto, all’operetta, sapevamo di poter contare su un sodalizio con grande esperienza, capace di allestire cartelloni da far invidia ad altri grandi teatri italiani. Come accade con altre espressioni culturali del territorio, lavoriamo in assoluta armonia con gli “Amici della Musica” che anche quest’anno hanno saputo organizzare una grande stagione e potranno celebrarla ancora una volta nella meravigliosa cornice del “Giordano”, ormai aperto più giorni alla settimana, con grande concorso di pubblico, per ospitare le stagioni di prosa e jazz ma anche gli spettacoli di compagnie locali che dimostrano qualità assolutamente all’altezza per ben figurare nello storico teatro cittadino».
L’assessore Giuliani e il vice-presidente degli “Amici”, Sannoner, hanno anche accennato a qualche importante iniziativa che si sta studiando per celebrare degnamente l’opera del grande Maestro foggiano Umberto Giordano.
«Abbiamo molto apprezzato la commemorazione che ieri il Comune ha organizzato in occasione del 67° anniversario della morte del nostro grande compositore. –ha dichiarato Sannoner. – Con il Sindaco e l’Assessore stiamo già pensando di celebrare gli anniversari in contemporanea a Foggia e a Milano, dove Giordano morì e dove è sepolto, nel Cimitero Monumentale».
L’assessore Giuliani ha anche anticipato alla Stampa che è in studio un allestimento relativo ad almeno ad un’opera di Giordano e che sono state avanzate anche le richieste di supporto finanziario all’Assessorato alla Cultura della Regione Puglia: «Ma non voglio dire altro, -ha detto l’assessore Giuliani- perché è ancora tutto in fase progettuale. In ogni caso, ci saranno delle sorprese, anche per la prosa».
Il presidente Berlingieri ha sottolineato le difficoltà alle quali le associazioni culturali di grande tradizione vanno incontro nelle proprie attività dall’approvazione della nuova normativa sugli spettacoli dal vivo: «Sebbene il FUS – Fondo Unico per lo Spettacolo, sia stato persino aumentato, la gran parte delle associazioni ha subìto tagli notevoli dei finanziamenti statali. A noi è toccato il 30%, per un totale di 20mila euro. Una situazione grave, se tenete conto che –su indicazione del Ministero- avevamo stilato un programma triennale di spettacoli e ci eravamo esposti con gli artisti, firmano contratti, e con le banche per anticipazioni sui fondi. Con il Governo che ci taglia drasticamente i contributi, rischiamo di andare in bancarotta o, quanto meno di dover puntare su cartelloni di qualità meno elevata. E, invece, abbiamo voluto sostenere la sfida. Abbiamo mantenuto la qualità dell’offerta e il prezzo degli abbonamenti, puntando ad ogni possibile risparmio e pensiamo di aver allestito ancora una stagione di ottima qualità».
E non si escludono forme di sinergia, che sono state auspicate nella normativa sul FUS, con altre associazioni musicali del territorio, come i “Solisti Dauni” del maestro Domenico Losavio, presente alla conferenza stampa di stamane.
La stagione concertistica 2016 degli “Amici della Musica” porterà avanti il programma triennale partito nel 2015: nel primo anno si era dato spazio a solisti e formazioni dell´Europa dell´Est; quest’anno toccherà al Nord Europa e il prossimo l´attenzione sarà concentrata sulla Francia e la Spagna.
Nella 46^ stagione, quindi, alcuni dei 18 concerti in programma, saranno imperniati su musiche di autori del Nord Europa. Negli altri, che includono musiche di ogni parte del mondo, i compositori del Nord Europa sono, comunque, quasi sempre inclusi.
Ancora varietà di forme di spettacolo, per interessare diverse fasce di pubblicoi: dai concerti solisti a quelli per formazioni e per orchestre, dal balletto al musical ai recital musicali con voce narrante.
Si parte il 14 gennaio 2016 con il BALLETTO DEL SUD che presenta “GIULIETTA E ROMEO” di Prokofiev. Il 21 gennaio, sarà la volta dell’ITALIAN BIG BAND diretta da Marco Renzi in concerto con il notissimo trombettista jazz FABRIZIO BOSSO.
Il 28 gennaio è in programma lo Spettacolo-Evento proposto dall’attrice AMANDA SANDRELLI in Trio con la violinista Liliana Bernardi e la pianista Elena Matteucci. Ai testi poetici recitati dall’attrice, si alternerà l’ascolto di pezzi famosi e suggestivi di autori romantici, sino a quelli più vicini a noi, come Nino Rota e Astor Piazzolla.
Di sicuro richiamo saranno il concerto del Trio DIAGHILEV (due pianisti e un percussionista, l’11 febbraio), la messa in scena del celebre musical americano “MY FAIR LADY” ad opera della Compagnia Corrado Abbati (17 marzo) e il concerto della FILARMONICA MARCHIGIANA con un accattivante programma: “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi e “Le Quattro Stagioni” di Piazzolla – dirette ed eseguite dal celebre violinista STEFAN MILENKOVIC.
Altrie serate interessanti saranno quelle proposte dalla pianista PAOLA VOLPE e dall’attrice MARINA SORRENTI (il 16 febbraio), in cui il racconto della vita di Chopin si alterna all’esecuzione di alcune sue celebri pagine pianistiche.
Il programma include, inoltre, il 25 febbraio, il DUO PIANISTICO BARDOCCI- CARAMIELLO, in un concerto organizzato in collaborazione con la Fabbrica tedesca di pianoforti BECKSTEIN che offre i 2 strumenti gratis per il concerto.
Altri concerti interessanti saranno quelli dei due ottimi pianisti PIETRO DE MARIA (12 maggio) e ALESSANDRO DRAGO (6 dicembre); del giovanissimo violoncellista pugliese, MAURO MONOPOLI (il 31 marzo), vincitore del Concorso Internazion ale TTM – Parigi 2014, accompagnato dal pianista MARIANO FIORELLA; i tre Concerti da camera di alto profilo artistico proposti dal QUARTETTO KODALY (7 aprile), dal pugliese QUARTETTO ALCAPICIA (3 marzo) formato dall’ottimo pianista PIERLUIGI CAMICIA e dai tre fratelli ANDRIANI (violino, viola, violoncello); dal TRIO DEI SOLISTI DELLA SCALA (21 ottobre): violista SIMONIDE BRACONI, FABRIZIO MELONI clarinettista e il pianista MONALDO BRACONI.
Ancora due concerti cameristici, dedicati questa volta agli strumenti a fiato: il DUO CONTEDUCA-APRILE (clarinetto e pianoforte, entrambi pugliesi, il 21 aprile) e la flautista ELENA CECCONI con la pianista giapponese NAOMI FUJIYA (16 novembre).
L’ACCADEMIA MANDOLINISTICA PUGLIESE con la sua Orchestra di mandolini diretta da LEONARDO LOSPALLUTI, (mandolino solista NAURO SQUILLANTE e tenore NICO SETTE), il 27 ottobre, sarà di sicuro uno dei concerti di maggior gradimento come quello della MORAVIAN PHILHARMONIC ORCHESTRA, che vanta la giovane ed affermata pianista LEONORA ARMELLINI: una chiusura “in bellezza” per la stagione 2016, con un programma affascinante dedicato a Grieg e Sibelius.