Presentato il nuovo portale web del Teatro “Umberto Giordano”

«Il Teatro “Umberto Giordano” è il luogo simbolo della cultura della nostra città e della nostra storia. Un simbolo di identità che da oggi sarà accessibile e fruibile anche attraverso le più moderne opportunità offerte dalla “rete”. Il nuovo portale web del “Giordano” ci permetterà dunque di rilanciare in modo esemplare la riapertura di quello che è il contenitore culturale di Foggia per eccellenza, rendendolo sempre più strumento per la valorizzazione della nostra città». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla presentazione del nuovo sito web del Teatro “Umberto Giordano”.
A presentare il nuovo portale – realizzato dalla società “C-Lab Sas” e che è possibile visionare all’indirizzo web www.teatrogiordano.it – l’assessore comunale con delega alla Cultura, Anna Paola Giuliani, ed il dirigente del Teatro “Umberto Giordano”, Carlo Dicesare. «Sono particolarmente orgogliosa di poter presentare questo sito web, che in una qualche misura conclude una stagione esaltante per la cultura di Foggia. Una stagione cominciata con la tanto attesa riapertura del teatro comunale, impreziosita dallo straordinario concerto del Maestro Riccardo Muti e dall’allestimento di una stagione di prosa di grande valore – ha dichiarato l’assessore Giuliani –. Risultati che sono il frutto di un lavoro per il quale voglio ringraziare innanzitutto il sindaco Franco Landella, che ha creduto fortemente nella possibilità di investire e scommettere sulla leva della cultura, il personale dell’Ufficio Cultura, il direttore artistico, Michele Placido, ed il Teatro Pubblico Pugliese, con cui stiamo immaginando la realizzazione di una rassegna “Giordano Jazz”, la cui anteprima potrebbe esserci già nell’ambito delle manifestazioni del nostro “Foggia Estate”».
Snello e facile da consultare, il nuovo sito del Teatro “Umberto Giordano” ha come dichiarato obiettivo quello di sfruttare al massimo le più moderne tecnologie: dalle applicazioni per sistemi Adroid ed Apple al canale Youtube per i video sino al “virtual tour”, che permetterà di conoscere il teatro comodamente da casa. «Strumenti essenziali nell’era digitale per rendere questo contenitore culturale “a portata di smartphone” – ha spiegato il dirigente Dicesare – quindi per avvicinarlo in modo ancor più efficace anche alle giovani generazioni». Proprio con riferimento al vasto “pubblico” dei ragazzi, il nuovo sito del teatro contiene una particolare sezione dedicata alle scuole, con l’iniziativa “Il Teatro ha classe”. «Un’idea che abbiamo immaginato per portare la storia del “Giordano” nelle scuole, che potranno prenotarsi e visitare il teatro per un’intera settimana – ha evidenziato Dicesare – cimentandosi anche nella gestione diretta dei profili “social” sia di Facebook che di Twitter».
Innovazione e tradizione, dunque, come dimostrano le sezioni dedicate alla biografia del Maestro Giordano e alla storia del teatro stesso. Non mancano ovviamente quelle più propriamente “di servizio”: da quelle che illustrano gli appuntamenti e gli spettacoli in calendario a quelle che spiegano come e dove acquistare i biglietti sino ad una sezione speciale rivolta a chi arriva da fuori città in cui è possibile avere un quadro degli alberghi e dei bed&breakfast di Foggia. Originale anche il logo del teatro comunale, che riproduce la facciata dello storico edificio con un richiamo stilizzato alla U di Umberto e alla G di Giordano.
«Desidero esprimere un grazie sincero all’impresa che ha lavorato al portale e lo ha realizzato. Ho avuto modo di conoscerla quando accogliemmo a Foggia il presidente del Cnr, Luigi Nicolais, presso il Distretto Agroalimentare del Tavoliere, apprezzandone le capacità ed il valore professionale – ha precisato Dicesare –. Oggi questo portale conferma quella sensazione, avendo colto appieno gli obiettivi che ci eravamo posti: saldare tradizione e modernità e facendo del teatro “Umberto Giordano” uno straordinario veicolo di marketing territoriale e di promozione della nostra città».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi