Presentato il progetto “Una strada per Rita”

Si chiama “Una strada per Rita” il progetto realizzato dalla scuola primaria “San Giovanni Bosco” e dagli istituti comprensivi “De Amicis-Pio XII” e “Parisi-De Sanctis”, in collaborazione con l’assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Foggia, che ha coinvolto 18 classi per un totale di circa 450 alunni, che hanno chiesto all’Amministrazione comunale, attraverso alcuni lavori di ricerca, di intitolare strade e piazze a donne che si sono distinte in vari settori. Il progetto ha preso spunto proprio dal titolo del libro scritto da Maria Grazia Anatra, con le illustrazioni di Viola Gesmundo ed edito da Donatella Caione della Matilda Editrice, in cui una bambina di nome Rita nota che nella propria città la maggior parte delle vie sono intitolate a uomini più o meno noti, e quando il sindaco visita la sua scuola si fa portavoce di questa esigenza.
Su 850 strade presenti a Foggia, solo 22 sono dedicate a donne (la maggior parte madonne, sante, martiri e beate). E così le alunne e gli alunni delle tre scuole hanno presentato all’Amministrazione comunale di Foggia alcuni lavori di ricerca dopo aver approfondito l’impegno di alcune figure femminili a cui vorrebbero fossero intitolati luoghi della città: Filomena Cicchetti (che organizzò la protesta contro l’aumento del pane), Ester Dolci De Pilato (scrittrice di libri per l’infanzia), Dora Gatta (cantante lirica), Maria Marcone (insegnante e scrittrice), Carmela Panico (prima dirigente sindacale in provincia di Foggia), Luisa Panniello (prima e unica regina del grano), Liliana Rossi (musicista ed impegnata nel sociale), Amelia Rabbaglietti (poetessa dialettale e ricercatrice di tradizioni foggiane) e Esterina Zuccarone (montatrice di film).
Questa mattina nella scuola “San Giovanni Bosco” gli alunni e le alunne hanno consegnato all’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Foggia, Claudia Lioia, alla presidente della Consulta comunale sulle Pari Opportunità, Ilaria Mari, ed al dirigente comunale del settore Toponomastica dell’Amministrazione comunale, Claudio Taggio, i lavori di ricerca, chiedendo che alcune vie o piazze vengano intitolate a queste donne.
«Il lavoro svolto dagli alunni verrà valutato e verificato dall’Amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore Claudia Lioia -, affinché ci siano tutte le condizioni necessarie per dedicare una strada o una nuova piazza alle figure femminili che hanno studiato e che oggi ci presentano. Ci attiveremo al più presto per cercare di sottoporre alla commissione toponomastica le richieste che ci sono giunte».
«L’Amministrazione comunale si è già mossa in questo senso grazie al lavoro svolto dalla Consulta sulle Pari Opporunità che ha chiesto di dedicare un largo alle donne vittime di violenza appena qualche mese fa – ha sottolineato la presidente della Consulta, Ilaria Mari -. La necessità di soddisfare questa esigenza è sentita anche dal Comune di Foggia che ha subito accolto la richiesta della Consulta che presiedo e che sicuramente si attiverà per prendere in considerazione le proposte che ci stanno giungendo».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi