Raccolta differenziata, emanata una ordinanza dirigenziale sulle modalità e i giorni di conferimento nelle zone interessate

E’ valida da ieri l’ordinanza dirigenziale del Settore Ambiente del Comune di Foggia che dispone per sei mesi, salvo proroga, l’effettuazione della raccolta differenziata in quei quartieri cittadini interessati dalla sperimentazione (da via Lucera a via Gioberti), nei quali si è provveduto a distribuire i necessari kit e a collocare i relativi contenitori. Le utenze domestiche e non domestiche presenti nelle zone interessate dal servizio dovranno conferire i rifiuti nei tempi e con le modalità di cui si dà conto nel documento allegato. In particolare, i rifiuti dovranno essere depositati nei contenitori appositi. Nel caso in cui questi si trovino all’interno di aree private, dovranno essere portati sulla pubblica via in corrispondenza dell`accesso alla proprietà (fatti salvi casi eccezionali, che verranno direttamente concordati con AMIU Puglia S.p.A.) per consentire agli operatori la raccolta.

RACCOLTA RIFIUTI INDIFFERENZIATI (NON RICICLABILI)
CONTENITORI COLORE NERO: tutto ciò che non può essere differenziato (gomma, cocci di ceramica, mozziconi di sigaretta, lettiere per animali, stracci, pannolini, stoviglie di carta/plastica non riciclabili, carta chimica o oleata o sporca, sacchi per aspirapolvere, CD/Musicassette/VHS e custodie). È vietato introdurre, nei contenitori destinati all’indifferenziato, vetro, oggetti taglienti se non particolarmente protetti, rifiuti speciali pericolosi o non pericolosi, rifiuti liquidi o semiliquidi. È vietato introdurre nei contenitori il materiale recuperabile di cui ai punti successivi.

RACCOLTA DIFFERENZIATA ORGANICO (UMIDO)
CONTENITORI COLORE MARRONE: avanzi di cibo, scarti di cucina, fondi di tè e caffè, alimenti avariati, piatti, bicchieri e posate biodegradabili, scarti vegetali vari (fiori e piante). I rifiuti devono essere riposti nella apposita biopattumiera di colore marrone consegnata a ciascuna utenza, per essere poi conferiti nel contenitore marrone posto all’interno delle aree private e/o sulla pubblica via, nelle giornate di ritiro indicate per tale frazione. È vietato introdurre nei contenitori dedicati alla raccolta del materiale organico: materiale non organico, contenitori, barattoli, lattine,vaschette, vasetti e bottiglie, liquidi, fazzoletti tovaglioli di carta.

RACCOLTA DIFFERENZIATA DI CARTA E CARTONE
CONTENITORI COLORE BIANCO: carta, cartone, giornali e riviste (senza buste o involucri di plastica), vecchi libri, carta da pacchi, scatole in cartone e cartoncino, documenti di archivio, registri e schede, fotocopie e fogli vari, poliaccoppiati (tetrapack); i rifiuti devono essere riposti nei contenitori di colore bianco posti all’interno delle aree private e/o sulla pubblica via, nelle giornate di ritiro indicate per tale frazione. È vietato introdurre nei contenitori dedicati alla raccolta della carta stoviglie di carta non riciclabili, carta chimica (fax, scontrini) copertine plastificate, carta unta o sporca di colla e altre sostanze.

RACCOLTA DIFFERENZIATA DEL MULTIMATERIALE (PLASTICA E METALLI)
CONTENITORI DI COLORE GIALLO: piatti e bicchieri di plastica, bottiglie e flaconi di plastica (es. detergenti e cosmetici liquidi, da sciacquare prima del conferimento), vaschette per alimenti di plastica o polistirolo, pellicole per alimenti, confezioni o sacchetti di plastica per alimenti, barattoli e lattine per bevande e alimenti, scatolette e contenitori metallici; i rifiuti devono essere riposti nei contenitori di colore giallo posti all’interno delle aree private e/o sulla pubblica via, nelle giornate di ritiro indicate per tale frazione. È vietato introdurre nei contenitori dedicati alla raccolta di plastica e metalli tutto ciò che non è un imballaggio plastico e/o alluminio: stoviglie di plastica non riciclabili, giocattoli, CD/DVD/musicassette/VHS e relative custodie, borse, zainetti, valige, materiale in plastica rigida (es. grucce appendiabiti, complementi di arredo e casalinghi), barattoli/lattine metalliche che abbiano contenuto prodotti chimici pericolosi (es. vernici, solventi, oli motore, benzine).

RACCOLTA DIFFERENZIATA DEL VETRO
CONTENITORI DI COLORE VERDE: tutti i materiali di vetro (bottiglie, barattoli, vasetti per alimenti, bicchieri, ecc.) da sciacquare prima del conferimento; i rifiuti devono essere riposti nei contenitori di colore verde posti all’interno delle aree private e/o sulla pubblica via, nelle giornate di ritiro indicate per tale frazione. È vietato introdurre nei contenitori dedicati alla raccolta del vetro lampadine, neon, occhiali, specchi, cristalli, ceramica, vetro accoppiato, vetro retinato.

FARMACI SCADUTI/ PILE ESAUSTE
I farmaci scaduti devono essere conferiti negli appositi contenitori presso le farmacie. Le pile esauste devono essere conferite negli appositi contenitori presso gli esercizi commerciali di riferimento.

ABITI USATI
Gli abiti usati devono essere conferiti negli appositi contenitori stradali.

Le frazioni merceologiche recuperabili devono essere conferite prive di impurità nei rispettivi contenitori. Sono assolutamente vietati conferimenti promiscui o impropri in contenitori inadeguati. È vietato introdurre materiali estranei negli appositi sacchetti/contenitori previsti per la raccolta differenziata ed utilizzare per la raccolta del rifiuto umido, sacchetti che non siano in materiale biodegradabile. Valgono, in ogni caso, alcuni criteri generali: i prodotti recuperabili devono essere conferiti prive di impurità nei rispettivi contenitori; sono assolutamente vietati conferimenti promiscui o impropri in contenitori inadeguati; è vietato introdurre materiali estranei negli appositi sacchetti/contenitori previsti per la raccolta differenziata; è vietato utilizzare per la raccolta del rifiuto umido, sacchetti che non siano in materiale biodegradabile.

Ai trasgressori dei suddetti obblighi sarà comminata una sanzione amministrativa pecuniaria, così come determinate nel Regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani e per l’igiene del suolo (Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione 18/09/2008 n. 32) (fatto salvo il pagamento in misura ridotta previsto dall’art. 16 della Legge n°689/1981). Facendo salva ed impregiudicata l’applicazione di eventuali sanzioni penali per le violazioni delle disposizioni di cui alla presente ordinanza, in presenza di condotte integranti l’abbandono e il deposito incontrollati di rifiuti sul suolo o nel suolo, saranno comminate le sanzioni previste dalla vigente normativa in materia. Sarà ulteriore obbligo ai trasgressori procedere alla rimozione, all’avvio a recupero o allo smaltimento dei rifiuti e al ripristino dello stato dei luoghi; in caso di inottemperanza si procederà all’esecuzione in danno dei soggetti obbligati ed al recupero delle somme anticipate.