Ricevuti in Comune gli studenti del progetto Comenius in visita a Foggia

Questa mattina, il sindaco di Foggia Franco Landella, assieme al sindaco junior della città, Giulio Spinapolice e all’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Carla Calabrese, ha accolto nella Sala consiliare di Palazzo di Città le delegazioni delle scuole ospiti della secondaria di primo grado “Bovio” di Foggia per gli scambi culturali del progetto Comenius. Alla cerimonia hanno partecipato anche il Dirigente della “Bovio”, Giovannino Iuliani e la referente della scuola per Comenius, prof.ssa Emilia Andrej. In questi giorni, le rappresentanze di studenti delle scuole medie delle città di Orleans (Francia),  Slatina (Romania), Lubon (Polonia), Erkelenz (Germania), El Puerto de Santa Maria (Spagna), sono ospiti delle famiglie degli alunni della “Bovio” e vengono accompagnati a visitare le bellezze naturalistiche, storiche e artistiche del territorio di Capitanata. Ieri, i  ragazzi hanno potuto apprezzare la bellezza del Parco Regionale del Bosco dell’Incoronata.

«Siamo felicissimi di ospitarvi qui», ha detto il sindaco Landella, nel porgere il benvenuto, «nella casa comune dei cittadini, che simboleggia la democrazia rappresentativa, le antiche agorà in cui i cittadini prendevano coralmente le decisioni sul futuro della propria città. Queste iniziative di scambio tra gli studenti dei vari Paesi del continente sono preziose, perché servono alla conoscenza reciproca e alla constatazione che esistono valori, idee, patrimoni culturali e abitudini comuni. Tutti elementi che creano nei nostri ragazzi la consapevolezza di appartenere ad una grande comunità, unita e in marcia verso gli stessi obiettivi di crescita sociale ed economica. Potremo superare insieme le difficoltà in cui si trovano i nostri Paesi solo stringendo i vincoli che ci legano, rinforzando il senso di appartenenza all’Europa, con la disponibilità a sacrificare almeno una piccola parte degli interessi individuali per il bene comune dei cittadini dell’Unione».

Il sindaco e i docenti delle singole delegazioni si sono scambiati doni rappresentativi delle rispettive città. I professori si sono detti entusiasti dell’accoglienza e hanno confermato che la visita a Foggia e alla sua provincia sarà solo la prima di una lunga serie per conoscere meglio la nostra terra. Felice dell’accoglienza ricevuta in Comune si è detto anche il prof. Iuliani, dirigente della “Bovio”, che ha voluto esprimere un plauso al senso democratico dimostrato dal primo cittadino, invitandolo a sostenere queste buone pratiche dirette alla creazione di legami forti tra i cittadini europei. «Accolgo volentieri l’invito», ha risposto il sindaco, «perché il sostegno ai progetti di scambio culturale tra i nostri ragazzi sono una garanzia per la futura crescita dell’Europa e dei suoi stati membri». Il primo cittadino ha voluto aggiungere un plauso al sindaco junior, Giulio Spinapolice, per la partecipazione agli eventi ufficiali che coinvolgono i più giovani, e ad una delle eccellenze del sistema scolastico cittadino, la “Bovio”, appunto, che adempie al meglio ai suoi compiti formativi e agli impegni presi nei progetti di ambito europeo. «Viva l’Europa e viva i nostri giovani», ha detto il sindaco Landella in chiusura, invitando gli ospiti a tornare a visitare Foggia e la sua provincia.