Sabato 9 maggio Festa dell’Europa, le iniziative organizzate dal Comune di Foggia

«Coinvolgere e sensibilizzare le giovani generazioni rispetto all’importanza dell’Europa e alla funzione dell’Unione Europea è un dovere per la politica e le istituzioni. Costruire una dimensione più europea, infatti, passa innanzitutto dal contributo dei più giovani, di quelli che saranno i cittadini del domani». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, all’evento promosso ed organizzato dall’assessorato comunale alla Pubblica Istruzione in occasione della giornata dell’Europa, prevista sabato 9 maggio.
«Il 9 maggio 1950 il ministro francese Robert Schuman presentava la proposta di creare un’Europa organizzativa, indispensabile al mantenimento di relazioni pacifiche fra gli Stati che la componevano. Il 9 maggio è diventato dunque un simbolo che identifica l’entità politica dell’Unione Europea – dichiara l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione, Gabriella Grilli –. Su questo tema è opportuno sollecitare una riflessione approfondita e collettiva, che abbiamo considerato opportuno estendere alle scuole della nostra città. Soprattutto i più giovani hanno oggi una percezione chiara di quali opportunità offra l’Europa, in termini di scambi culturali e di crescita individuale».
La manifestazione organizzata dall’assessorato comunale alla Pubblica Istruzione, dunque, partirà da Palazzo di Città alle 9.00 di sabato 9 maggio per terminare alla fine dell’Isola Pedonale, dove si esibiranno le sezioni ad indirizzo musicale delle scuole “Bovio”, “Foscolo”, “Murialdo”, “Poerio” e “Volta”. Circa 1500 gli alunni coinvolti, che sfileranno ciascuno con la bandiera della nazione che hanno deciso di rappresentare. All’istituto “Pacinotti”, invece, è stato assegnato il compito di realizzare il costume dell’Europa, mentre l’Istituto d’Arte “Perugini” ha curato la grafica del manifesto. La ConturBand, infine, animerà il percorso della sfilata. Al termine della manifestazione il sindaco Landella e l’assessore Grilli consegneranno a ciascuna scuola una targa in ricordo dell’evento.
«La manifestazione che abbiamo organizzato è la conclusione di un percorso didattico che gli studenti hanno svolto con i propri docenti – conclude Gabriella Grilli –. Quella che proponiamo è quindi molto più di una sfilata. È un’occasione di confronto sul futuro dell’Unione Europea e sul senso di sentirsi cittadini d’Europa, con lo sguardo rivolto al futuro».