S’agapre l’Università d’u Crucèse (Si apre l'Università del Crocese)

Nella sede dell’assessorato alle Politiche Giovanili di Foggia, ieri sera si è svolta l’inaugurazione del nuovo anno accademico 2014/15 della Scuola di Tradizioni “Università del Crocese”, che quest’anno taglia il traguardo della sedicesima edizione. Durante la serata è stato presentato l’intero corpo docente della scuola che ha illustrato dettagliatamente le discipline didattiche oggetto di studio. Dopo i ringraziamenti d’apertura, doverosi per l’impegno profuso con costanza e volontariamente dai docenti e dai responsabili, il presidente della Scuola, Antonio Tannoia, ha sottolineato l’importanza di diffondere attraverso l’Università del Crocese le tradizioni locali di Foggia e di Capitanata, e di operare in questa direzione mediante i giovani affinché loro stessi conservino la memoria del passato, rivivendola nel presente e perpetrandola nel futuro.

Il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha ringraziato i presenti per il titolo onorifico di Rettore del quale è stato insignito. Abbracciando il pensiero di Antonio Tannoia, il primo cittadino ha ribadito il dovere dei giovani di «riscattarsi per riscattare la città di Foggia, prendendo a modello l’entusiasmo e il dinamismo dei meno giovani dai capelli bianchi raccolti in sala. Il vero cambiamento da inseguire – ha poi aggiunto Landella – non è quello amministrativo, bensì quello culturale, necessario per il dignitoso popolo foggiano che ha alle sue spalle una lunga tradizione di solidarietà, insita già nei suoi Santi protettori, Guglielmo e Pellegrino, ed efficacemente riassunta nel famoso detto locale da lui stesso recitato: a’ case d’u puvrille n’a stozze d’ pane non eij mije mancate». È intervenuta anche l’assessore alle Politiche Giovanili, Eugenia Moffa, la quale, rivendicando con orgoglio la sua provenienza dal quartiere Candelaro, ha sposato in toto il progetto della Scuola di Tradizioni. A concludere l’evento inaugurale canti del folklore popolare, danze e balli tradizionali, scenette in vernacolo. L’appuntamento si sposta ai mercatini natalizi di piazza Umberto Giordano, dove l’Università del Crocese animerà le serate del 20 e del 23 dicembre. Suono della campanella fissato per il 7 gennaio 2015.