Sponsorizzazione aree verdi Nodo intermodale di via Manfredi, il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, e dell’assessore con delega all’Ambiente, Francesco Morese

L’Amministrazione comunale di Foggia, con la delibera di Giunta numero 41 del 15 aprile 2016, ha approvato lo studio di fattibilità del gruppo “La PRIMA Srl” inerente la sponsorizzazzione di spazi a verde pubblico di nuova realizzazione, posti all’interno del Nodo intermodale di Foggia, consistenti in tre rondò e due piccole aiuole, per una superficie complessiva di 500 metri quadri.

«L’Amministrazione comunale tra gli obiettivi di mandato ha indicato la valorizzazione, la tutela e la conservazione del patrimonio vegetativo ed arboreo esistente sul territorio comunale, anche attraverso il ricorso a soggetti privati – fa sapere il sindaco di Foggia, Franco Landella –. L’Ente ha la facoltà di affidare a persone fisiche o giuridiche, previa specifica richiesta formale ed accertata capacità, la manutenzione di aree a verde pubblico mediante stipula di contratti di sponsorizzazione, finalizzati a favorire una migliore qualità dei servizi prestati, realizzando, al contempo, maggiori economie, nel rispetto dei principi di efficacia, imparzialità e trasparenza dell’azione amministrativa. Con questa sponsorizzazione – conclude il primo cittadino del capoluogo dauno – continua il programma messo a punto dall’Amministrazione comunale di Foggia, dove i privati contribuiscono fattivamente alla conservazione e valorizzazione dei beni comuni. Nello specifico, si tratta di una delle tante iniziative che metteremo in campo per abbellire l’area ma anche per ridare dignità e decoro ad altre aree verdi della città».

«Con lo studio di fattibilità presentato dal Gruppo La PRIMA nasce dalla volontà di realizzare l’allestimento e la gestione delle rotatorie attraverso la collocazione di due strutture metalliche, consistenti oltre alla posa in opera di prato e cespugli – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Foggia, Francesco Morese –. Gli interventi prevedono un impegno economico a totale carico della società proponente di 18.850 euro. La realizzazione dei lavori prevede l’ultimazione delle opere entro 45/60 giorni lavorativi. La destinazione rimarrà ad uso pubblico e quindi sempre nella libera disponibilità e godimento di tutta la collettività. L’azienda provvederà a proprie spese anche alla cura e manutenzione delle aree, stipulando con l’Amministrazione comunale un apposito contratto con il quale disciplinare i rapporti tra le parti».

Nello specifico l’intervento riguarderà nel primo rondò l’installazione di una struttura in acciaio sagomata, composta da tre elementi posti in maniera inclinata a formare un tronco piramidale, fissati su piastra metallica agganciata al podio realizzato in cemento armato rivestito in pietra. Ogni lastra metallica rappresenterà un trapezio, alto tre metri, all’interno del quale è traforata la forma di più spighe, ornata da prato e cespugli. Nel secondo rondò sarà realizzare un’area verde intermedia con la posa in opera di tappeto erboso, cespugli e impianto irriguo e nel terzo una struttura metallica sagomata composta da due elementi ad incastro l’uno sull’altro, poggiata su piastra metallica agganciata al podio realizzato in cemento armato rivestito in pietra, la forma di ciascuna lastra metallica rappresenterà un albero di ulivo alto tre metri, ornata da prato e cespugli. Saranno realizzate anche due piccole aiuole con cespugli sempreverdi.