Sviluppo economico, firmata la convenzione tra Amministrazione comunale e Università degli Studi di Foggia

«La firma della convenzione di oggi è un atto che conferma il rapporto di stretta collaborazione e sinergia tra Comune di Foggia ed Università degli Studi di Foggia. Un rapporto che ha già trovato occasioni ed iniziative in cui manifestarsi e che questa intesa rende ancor più stabile». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla firma della convenzione tra l’Amministrazione comunale e l’Ateneo Dauno, avvenuta questa mattina, alla presenza del Magnifico Rettore, professor Maurizio Ricci, e dell’assessore comunale con delega alle Attività Economiche, Claudio Amorese, negli uffici della sede di via Gramsci del Comune di Foggia.
«Quella sottoscritta stamattina in Comune è una convenzione che rappresenta solo uno dei passi che stiamo compiendo insieme all’Amministrazione che governa la città, nel senso che rientra in un quadro più complesso di collaborazioni e di interazioni tra il mondo accademico e il sistema amministrativo del territorio – dichiara il Rettore dell’Università di Foggia, professor Maurizio Ricci –. Presentarsi in sede europea con una base credibile, di progetti e di ipotesi di lavoro, deve rappresentare per noi uno stimolo comune al fine di condividere obiettivi e traguardi possibili. Con il Comune di Foggia, sull’argomento ma non solo su di esso, c’è massima sintonia: per questo l’Università di Foggia mette più che volentieri a disposizione il proprio know how e le proprie competenze per fare in modo che la progettazione comune, redatta insieme agli enti territoriali, rappresenti una piattaforma credibile soprattutto per l’Unione Europea».
L’intesa sottoscritta oggi, della durata quinquennale, punta ad attivare una strategia di collaborazione tra l’Amministrazione comunale ed il Dipartimento di Economia dell’Ateneo finalizzata allo sviluppo del territorio. In particolare, le due istituzioni focalizzeranno il loro impegno sui seguenti obiettivi: progettazione, promozione e implementazione di studi e di attività di modelli di trasferimento tecnologico, con particolare attenzione al settore agroalimentare; assistenza tecnica e operativa per la presentazione di proposte progettuali nell’ambito di programmi europei ed extra europei e di programmi nazionali di cooperazione internazionale, finalizzati a promuovere iniziative riguardanti lo sviluppo della economia territoriale e l’accrescimento del sapere e profili professionali per sostenerle, anche con riferimento alla Pubblica Amministrazione; presentazione di proposte progettuali congiunte nell’ambito di programmi di finanziamento locali, provinciali, regionali, nazioni ed europei finalizzati a promuovere iniziative riguardanti lo sviluppo economico del territorio quali : la ricerca, la didattica, l’internazionalizzazione e il trasferimento tecnologico; progettazione, collaborazione, promozione e nella realizzazione ed implementazione di studi e di attività relative allo sviluppo di modelli innovativi sui temi dello sviluppo sostenibile, sviluppo rurale, turismo, commercio ambiente, filiere agroalimentari, innovazione e trasferimento tecnologico;progettazione ed implementazione di buone prassi finalizzate alla divulgazione di informazioni sui programmi promossi dall’Unione europea e dal Consiglio d’Europa anche attraverso la creazione di sportelli congiunti informativi promozione di azioni volte a favorire iniziative congiunte per l’internazionalizzazione; collaborazione e partnership nelle attività di formazione continua, master e percorsi di Alta Formazione, attraverso la partecipazione a bandi locali, regionali, nazionali ed europei, anche rivolti alla Pubblica Amministrazione finalizzate alla preparazione delle figure professionali necessarie allo sviluppo del territorio e delle aziende, attraverso la creazione di percorsi formativi mirati; sinergia e collaborazione per rendere un sistema complesso ed integrato di gestione del territorio attraverso le sue variabili socio-economiche finalizzato a rendere la conoscenza delle dinamiche di economia urbana per azioni nel campo della programmazione e della gestione dello stesso; collaborazione nel campo della valorizzazione delle competenze specialmente al fine della promozione d’impresa, dell’innovazione e dell’attrattività del territorio cittadino per i giovani qualificati foggiani, italiani e stranieri, anche mediante l’organizzazione e lo svolgimento di tirocini formativi e di attività formative, nel rispetto della vigente normativa;collaborazione per lo sviluppo delle reti telematiche e dei servizi a valore aggiunto verso la “città digitale” finalizzate a rendere una infrastruttura, dorsale di nuove forme di sviluppo economico; collaborazione per la realizzazione, secondo criteri di innovazione e sostenibilità, di progetti ad alto valore tecnologico, finalizzati a rendere Foggia una “Smart City” attraverso azioni di Smart-Economy; adesione dell’Università degli Studi di Foggia – Dipartimento di Economia – al Distretto Urbano del Commercio del Comune di Foggia al fine di facilitare la implementazione di una serie di azioni parti integranti di un unico piano per il rilancio delle aree urbane inserite nel distretto (Marketing del distretto Urbano); sinergia tesa a favorire forme di sperimentazione di micro e macro agro-economia urbana mettendo a sistema le proprietà agricole del Comune (da individuarsi collegialmente) e la capacità di innovazione e sperimentazione del Dipartimento di Economia. Ad “governare” le modalità di attuazione e di conseguimento degli obiettivi saranno per il Comune di Foggia l’assessore Amorese e per l’Università degli Studi di Foggia il Direttore del Dipartimento di Economia, professor Francesco Contò, che hanno già lavorato alla materiale stesura della convenzione.
«A questo proposito desidero ringraziare il Magnifico Rettore Maurizio Ricci ed il Direttore del Dipartimento di Economia, professor Contò, per il contributo che in questa circostanza, assieme a noi, stanno dando alle strategie di sviluppo del territorio – aggiunge il primo cittadino –. Buone prassi di cui tutti dobbiamo essere orgogliosi e che sono un motivo in più per procedere con ancor maggior determinazione nel percorso che abbiamo avviato».
«Quelli individuati sono obiettivi ambiziosi e qualificanti nell’ambito dell’attività di cooperazione che attraverso questa convenzione intendiamo rendere strutturale e non episodica – sottolinea l’assessore Amorese –. Comune di Foggia ed Università degli Studi di Foggia rappresentano due anelli fondamentali della filiera istituzionale attraverso cui invertire la tendenza. Due punti di riferimento per mettere a profitto energie, competenze, professionalità, anche nella grande scommessa legata ai finanziamenti comunitari che, come ormai tutti sappiamo, sono la principale sfida per i Comuni italiani: dal campo dell’agroalimentare a quello delle più moderne tecnologie. Un mix che questa sinergia si candida a valorizzare, esaltando i punti di forza del nostro tessuto economico e creando così le premesse per innescare una dinamica di crescita complessiva del territorio».