Tentata rapina “NP Service”, il sindaco di Foggia Franco Landella: «Fronte comune delle istituzioni per il presidio del territorio»

«Ciò che è accaduto nella nottata al Villaggio degli Artigiani inquieta e spaventa per la sua gravità e riaccende i riflettori sul tema dell’ordine pubblico e della sicurezza in città. A questo proposito occorre uno sforzo congiunto delle istituzioni ed una maggiore attenzione da parte del Ministero dell’Interno, con riferimento all’ormai urgente necessità di dotare la città di Foggia di più uomini e mezzi». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla tentata rapina di stanotte ai danni della “NP Service”, azienda che si occupa del trasporto di valori, eseguita con tecniche e metodi militari.
In mattinata il primo cittadino ha avuto un lungo colloquio con il Questore, Piernicola Silvis, per acquisire ulteriori informazioni sull’accaduto, e con il Comandante dell’Arma dei Carabinieri, Antonio Basilicata. «L’episodio di stanotte ci impone una seria riflessione sul grande tema del presidio del territorio, che viene assicurato con impegno e serietà dalle Forze dell’Ordine, che colgo l’occasione per ringraziare – spiega il sindaco di Foggia –. Considero tuttavia improcrastinabile l’apertura di un confronto con il Ministero dell’Interno al fine di potenziare il personale di stanza a Foggia, soprattutto quello con compiti propriamente operativi, ed aumentare i mezzi a disposizione delle Forze dell’Ordine».
La prossima settimana è in programma una riunione del Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, che secondo il sindaco di Foggia «sarà l’occasione per serrare i ranghi e fare fronte comune contro questa recrudescenza violenta della criminalità. È adesso il momento in cui le istituzioni, ciascuna per le sue competenze, possono e devono dare una risposta di unità ad clima che allarma la nostra comunità – sottolinea il primo cittadino –. Il Comune di Foggia è pronto a fare la sua parte, offrendo la massima collaborazione nelle iniziative che saranno messe in campo e assicurando il più completo sostegno politico-istituzionale anche nell’interlocuzione da aprire con il Viminale sull’incremento degli organici».
«L’Amministrazione comunale, come è noto, non possiede competenze specifiche in materiale di ordine pubblico e sicurezza. Tuttavia anche il Comune può essere parte di un processo di maggiore controllo della città – evidenzia il sindaco di Foggia –. È mia intenzione, così come annunciato in campagna elettorale, prima della mia elezione, lavorare alla rimodulazione di una parte delle risorse economiche derivanti dal “Patto per le Città” – pari a circa 1 milione 700mila euro – che possono essere destinate alla realizzazione di un capillare sistema di videosorveglianza nelle aree più a rischio».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi