Trasporto pubblico, da lunedì 7 settembre in vigore il nuovo orario invernale 2015-2016 di Ataf SpA

Potenziamento dei collegamenti con le aree periferiche della città, copertura delle zone all’interno delle quali ricadono nuovi insediamenti residenziali e insediamenti produttivi. Sono gli elementi di maggiore rilevanza dell’orario invernale del servizio di trasporto urbano di Ataf SpA, la cui entrata in vigore è prevista il prossimo lunedì 7 settembre.
«Il nuovo servizio ha subito alcune modifiche, necessarie per adeguare l’offerta di trasporto alle esigenze della città ed anche ai suoi mutamenti, a cominciare dalla nascita di nuovi insediamenti residenziali – spiega il presidente di Ataf SpA, Raffaele Ferrantino –. Si tratta di interventi che contribuiscono a migliorare un’offerta che abbiamo cercato di rendere quanto più coerente con le sollecitazioni che abbiamo raccolto dalla comunità e che contribuiscono a dar vita a quel rapporto partecipativo che può arricchire ed orientare scelte e decisioni aziendali».
«L’introduzione di nuove linee e di nuovi collegamenti conferma l’attenzione verso le dinamiche di vita della città e verso i cambiamenti che la stanno interessando – commenta il sindaco di Foggia, Franco Landella –. Il trasporto pubblico può e deve rivestire infatti un ruolo ed una funzione sempre più centrali nel sistema della mobilità urbana, anche attraverso la promozione di forme di interazione e di interscambio tra l’uso dell’auto e quello degli autobus».
Il nuovo orario invernale 2015-16 prevede, come detto, alcune significative variazioni: l’introduzione della nuova Linea 14 che collegherà il capolinea Cep, il capolinea OO.RR e il capolinea Candelaro, passando per la zona Ordona Sud (Via I. Alpi), il complesso residenziale La Fenice di Via S. Severo e la Zona 167; l’introduzione della nuova Linea 17 che collegherà, con orario continuato, il centro città (capolinea FS) con la zona Salice Nuovo (S. Lorenzo in Carmignano) ed il nuovo plesso residenziale in zona Campo degli Ulivi; la modifica della Linea 22 (confermando lo storico collegamento con i quartieri Diaz e Leone XIII) con il collegamento del centro città con la nuova sede della Camera di Commercio in Viale Fortore, la Motorizzazione Civile ed il centro grandi riparazioni FS (RFI); la modifica della Linea 23 con transito, sia all’andata sia al ritorno, per viale Fortore, via san Lazzaro e via della Repubblica. È stato inoltre aumentato del numero delle corse delle linee suburbane LS1 (20.00-21.30) per Borgo Cervaro e della Linea 33 (21.20-22.40) per Segezia.
«Sono segnali incoraggianti, che raccontano l’impegno con il quale Ataf SpA ed Amministrazione comunale stanno operando sin dal momento del loro insediamento – sottolinea il consigliere comunale Salvatore De Martino, delegato ai rapporti con le società partecipate –. Senza nascondere le difficoltà strutturali che riguardano l’azienda, c’è un evidente sforzo per mettere i cittadini nella condizione di fruire di un servizio adeguato, che da questo punto di vista fa registrare un miglioramento, soprattutto perché oggi serve porzioni della città in precedenza del tutto scoperte, in particolare con l’attivazione della corsa verso gli “Ospedali Riuniti”, perché dimostra l’accoglimento delle sollecitazioni pervenute dai residenti di borgate e periferie. È un risultato importante e qualificante, frutto di un’attività di ascolto dei cittadini reale, avvenuta attraverso due incontri che hanno coinvolto associazioni, comitati di quartiere ed imprese, e di un lavoro di squadra che intendiamo proseguire e rafforzare».
Ataf SpA ha inoltre ha previsto di mantenere l’estensione del servizio alle seguenti aree della città precedentemente non servite: Via I. Alpi (Zona S.S. per Candela), Via S. Severo (Insediamento “La Fenice” e plesso retrostante “Unieuro”), Via del Salice (S. Lorenzo in Carmignano); Villaggio Artigiani (collegamento con nuovi insediamenti e collegamento con il centro e con il quartiere Diaz), Via Castelluccio (nuovi insediamenti residenziali), Via Lucera (nuovi insediamenti e potenziamento servizio esistente), Zona 167 (potenziamento servizio esistente).
Sono stati rimodulati e potenziati poi gli orari del servizio nelle prime ore della mattina e nel primo pomeriggio, estendendoli al fine di venire incontro alle richieste degli utenti ed ottimizzati i servizi dei bus scolastici per venire incontro alle necessità della popolazione studentesca della città degli studenti.
Infine le linee 4 e 21 (2 corse studenti) e le linee Notturna 3 e Festiva 3 sono estese alla zona di Via Alpi, la linea 6 è estesa a Via S. Severo (Insediamento “La Fenice” e plesso residenziale retrostante “Unieuro”), mantenendo il collegamento con il rione Candelaro, le linee 18 e 19 mantengono il collegamento con il Salice Nuovo e vengono istradate per via Bonante – Via Fante d’Italia – Ipercoop, la linea 23 è stata potenziata al Villaggio Artigiani, con il collegamento con i nuovi insediamenti residenziali, con il centro e con il quartiere Diaz, sede degli insediamenti scolastici e degli altri servizi alla cittadinanza, la Linea Festiva 6 è estesa a Via Napoli – Via Natola per consentire il collegamento con gli “Ospedali Riuniti”.
Gli opuscoli con gli orari sono in distribuzione presso la Biglietteria e i capolinea Ataf SpA, nonché presso le rivendite autorizzate.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi