Tre giorni di visite e attività culturali al Parco del Bosco Incoronata

Il Comune di Foggia ha presentato un progetto di valorizzazione del Parco Regionale del Bosco Incoronata -intitolato “IncoronataPark365”- partecipando al bando di finanziamento del programma “InPuglia365” della Regione Puglia.
Il Progetto pilota è stato formulato con l’obiettivo di destagionalizzare e potenziare la fruizione sostenibile e di qualità del Parco dell’Incoronata, puntando sul connubio tra cultura, interesse paesaggistico, prodotti enogastronomici di qualità e attrattiva di natura religiosa garantita dalla presenza del Santuario. È risultato tra i 23 progetti finanziati per eventi che si svolgono in autunno in 27 comuni di tutta la Puglia.
L’ammissione a finanziamento è stata possibile grazie alla validità delle proposte di iniziative presentate dal Comune, in forma associata con il Centro Studi Naturalistici (C.S.N.) Onlus, per incrementare la presenza turistica nel bosco e distribuirla lungo tutto l’arco dell’anno.

Proprio nell’ambito del progetto in questione rientra la “tre-giorni” che dall’11 al 13 novembre animerà il bosco con la manifestazione intitolata “Bosco Incoronata. 365 giorni al Parco”, organizzata dal Comune di Foggia per il tramite dell’Assessorato all’Ambiente, con il patrocinio della Regione, di “Puglia Promozione” e del Santuario di Madre di Dio Incoronata.
La giornata di venerdì sarà, in particolare, dedicata alle escursioni guidate e ad attività pratiche -curate da C.S.N.- di circa 400 studenti delle scuole “Garibaldi” e “Bovio”.
Il sabato, invece, spazio per tutti i visitatori che potranno svolgere attività analoghe oltre ad assistere alla “Festa medievale curata dall’associazione “Imperiales Friderici II” di Foggia e a musica dal vivo con danze medievali rappresentate dall’associazione “Giostra della Jaletta” di San Marco La Catola.
Gli spostamenti da Foggia al Parco Regionale -tramite bus di ATAF Spa, saranno gratuiti e garantiti dal Comune di Foggia, nelle giornate di sabato e domenica. Gli spostamenti delle scolaresche, nelle giornate di venerdì e sabato, saranno gratuiti e organizzati dal Comune di Foggia.
Per informazioni e prenotazioni delle escursioni si può scrivere una mail a didattica@lifeboscoincoronata.it o telefonare al numero 333 523 28 77 (CSN Onlus).
In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata. Per aggiornamenti e informazioni, consultare il sito www.boscoincoronata.it
IL PROGRAMMA
Venerdì 11 novembre 2016
9-13 Escursioni per le scuole con workshop/laboratori (CSN Onlus)

Sabato 12 novembre 2016
9-13 Escursioni per le scuole con workshop/laboratori (CSN Onlus)
9-20 Mostra mercato a Km 0 – Festa medievale (revocazione storica di Arti e Mestieri, Armi e Cavalieri) con laboratori e workshop (a cura degli “Imperiales Friderici II” – Foggia)
12-20 Itinerario gastronomico medievale didattico-gustativo (“Tempo di Festa” – Puglianello BN)
13-16.30 Escursioni per tutti: partenze ogni 30’ (CSN Onlus)
16-19 Musica dal vivo e danze medievali (“Giostra della Jaletta” – San Marco La Catola)
20-22 Escursione notturna (CSN Onlus)

Domenica 13 novembre 2016
Bosco Incoronata Day
(InfoDay sul Programma Life+ UE e sul progetto Life+ Bosco Incoronata)
9:-16 Esibizione di falconeria. Escursioni per tutti
9-17.30 Rievocazione medievale con laboratori e workshop (ricostruzione storica in epoca Sveva di Arti e Mestieri, Armi, Cavalieri)
9-16 Danze medievali
9-17.30 Mostra mercato a Km 0

IL PARCO
Il Parco rientra tra le aree turisticamente rilevanti della Puglia, ovvero quelle destinazioni (considerate “sistemi di attrattori”) individuate dagli atti di programmazione turistica regionale che vengono prese in considerazione a livello di programmazione regionale per consentire un miglioramento dei “prodotti turistici”.
L’area sulla quale insiste la riserva naturalistica è potenzialmente e storicamente caratterizzata da un fortissimo connubio tra cultura e turismo. Un bosco sacro, luogo di apparizione della Vergine e meta di pellegrinaggio da un millennio. Ma anche tesoro ambientale: illustri botanici hanno scritto: “Il Bosco dell’Incoronata è, senza dubbio, la più interessante testimonianza paesaggistica e vegetazionale legata alla pastorizia in Puglia; scampato alla distruzione o alla trasformazione d’uso, rappresenta un vero e proprio monumento vegetale della transumanza”. (Articolo “A relict of vegetation landascape related to seasonal migratory grazing in the south of Italy: the ‘Bosco dell’Incoronata’ (Foggia) southern Italy”. Nella rivista scientifica internazionale “Landscape and Urban Planning”, volume 24, luglio 1993, pagg. 55-62.).
E’ evidente che il Bosco dell’Incoronata è rimasto uno degli ultimi boschi di pianura d’Italia, più o meno conservato fino ai giorni nostri, proprio perché indissolubilmente legato all’apparizione della Vergine Maria. La protezione di cui ha goduto il Bosco rispetto alle grandi trasformazioni che hanno interessato nell’ultimo millennio tutto il Tavoliere, ha funzionato proprio grazie al culto della Vergine, fortemente radicato nella religiosità popolare.
L’attuale fruizione turistica dell’area protetta risulta concentrata in alcuni periodi (come la tarda primavera-inizio dell’estate e la primavera per il turismo scolastico) o particolari giorni dell’anno (ad esempio Pasquetta, il 25 aprile e così via) con due importanti conseguenze: mentre da una parte vi è sottoutilizzo della risorsa ricreativo-turistica in lunghi periodi dell’anno, dall’altra sussistono problemi di sostenibilità ambientale per l’eccessivo afflusso in determinati periodi.
Per questo, il progetto promuoverà prodotti turistici coerenti con la realtà regionale e con le sue potenzialità e specificità tematiche territoriali locali, anche per favorire in prospettiva la nascita, la crescita e la messa in sistema di filiere economiche collegate alla fruizione delle risorse naturali e culturali.