29
GIU
2013

Venerdì 5 luglio prossimo Conferenza internazionale a Foggia su ambiente e governo del territorio 2.0.

Comune di Foggia e International Association for Impact Assessment organizzano venerdì 5 luglio prossimo una Conferenza internazionale per fare il punto su valutazioni ambientali strategiche e monitoraggio del territorio. La Conferenza si svolgerà nella Sala del Consiglio comunale di Palazzo di Città ed è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ISPRA, Regione Puglia, ARPA Puglia e Federazione regionale degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Puglia. Le strategie collaborative sono nate nell’universo in continua espansione della ricerca tecnologica, dove non si riesce a rimanere a lungo padroni assoluti delle novità e a pochi conviene contrastarne la diffusione. Ma, adesso, si sono allargate ad altri settori industriali e, più in generale, alla gestione di problematiche complesse in cui ciascuno ha diritto o riesce a esercitare un ruolo più o meno decisivo. Sono, insomma, una risposta alla competizione spinta, un modello per sviluppare conoscenza e innovazione a ciclo continuo, attraverso piattaforme aperte di confronto. Una di queste piattaforme si chiama Qcumber ed è un Geo Social Forum per la sostenibilità dei territori, selezionato come uno dei 100 migliori progetti al mondo da parte di Google, Intel e Cisco in occasione delle Olimpiadi delle Start Up di Londra 2012, che sarà presentato a Foggia nell’ambito della Conferenza internazionale “VAS e monitoraggio del territorio”. Ne ha parlato, ieri mattina, a margine della conferenza stampa sul Piano dei rischi aeroportuali, l’assessore alla Qualità e all’Assetto del Territorio, Augusto Marasco, anticipando alcuni elementi di un appuntamento organizzato con l’Assessorato all’Ambiente e all’Energia e con la sezione italiana di IAIA. L’obiettivo dell’evento è quello di condividere la nascita di nuovi approcci nell’analisi e nella valutazione ambientale di Piani e Progetti, basati anzitutto sull’impiego di strumenti operativi di planning territoriale e ambientale, funzionali all’individuazione, alla descrizione e alla valutazione degli impatti significativi che l’attuazione del piano o del programma proposto potrebbe avere sull’ambiente e sul patrimonio culturale. Sono indirizzi di un programma che Servizio Pianificazione-Governance e Urbanistica del Comune capoluogo stanno sviluppando, centrale rispetto alle nuove responsabilità in materia di valutazioni ambientali strategiche e assunto a fondamento del Piano Urbanistico Generale in corso di elaborazione: non a caso i primi passi del programma foggiano, furono illustrati il 9 luglio di un anno fa, nel corso di una riunione della Conferenza di copianificazione del PUG. La Conferenza è rivolta sia alle Pubbliche Amministrazioni e agli Enti di controllo, impegnati nelle attività di pianificazione e governo del territorio, che ai consulenti, alle associazioni e ai cittadini interessati al tema della VAS, del monitoraggio del territorio e della sostenibilità ambientale. È organizzata in tre sessioni tematiche. Nella prima saranno presentati i nuovi strumenti per la pianificazione, il monitoraggio e la partecipazione nelle VAS e vedrà, fra i relatori, la vicepresidente della Giunta regionale pugliese Angela Barbanente, Paola Andreolini della Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali del Ministero dell’Ambiente, Domenico Patassini dell’Università IUAV di Venezia e Giuseppe Magro presidente nazionale di IAIA Italia. Nella seconda sessione, David Carruthers dell’Università di Cambridge, responsabile generale per lo sviluppo di software del CERC Ltd, presenterà il modello ADMS per le analisi su area vasta e il monitoraggio ambientale. Mentre Paolo Affatato, Dirigente del Servizio Urbanistica, del Servizio Pianificazione-Governance e del Servizio Ambiente del Comune di Foggia illustrerà il progetto intrapreso dall’Amministrazione Comunale per la sistematizzazione e la semplificazione dei processi di pianificazione, valutazione e controllo ambientale mediante l’adozione di metodologie e strumenti informativi innovativi. Nella terza sessione, Marco Sumini dell’Università di Bologna presenterà nuovi modelli e strumenti di supporto alle decisioni, Virginio Bettini dell’Università IUAV di Venezia metodologie per l’analisi preliminare della Landscape Ecology nella VAS e Giuseppe Magro illustrerà la piattaforma Qcumber e il connubio partecipazione-sostenibilità 2.0. La Conferenza si chiude nel primo pomeriggio con una “Discussione aperta”, durante la quale tutti i relatori e il presidente di ISPRA Bernardo De Bernardinis, i dirigenti della Regione Puglia Antonello Antonicelli e Caterina Dibitonto, con Emanuela Bruno di ARPA Puglia rimarranno a disposizione per eventuali domande o richieste di approfondimento sulle tematiche esposte durante la giornata. IAIA Italia è la sezione italiana della storica istituzione statunitense International Association for Impact Assessment che dal 1981 svolge un ruolo di primo piano nel settore ed è presente in 128 Paesi del mondo. — Informazioni e prenotazioni per partecipare alla Conferenza possono essere richieste scrivendo a segreteria@iaiaitalia.org. — Su Facebook “VAS e monitoraggio del territorio” evento creato da Urbanistica Foggia #VASFoggia2013 — Su Twitter: #VASFoggia2013.

Autore: Giovanni Dello Iacovo