Approvazione del Rendiconto di Gestione 2014, la soddisfazione del sindaco di Foggia, Franco Landella

«Il Rendiconto di Gestione che il Consiglio comunale ha approvato questa mattina, al netto delle polemiche strumentali sollevate sul documento contabile nei giorni scorsi, certifica la capacità dell’Amministrazione comunale di tenere in ordine i conti, di rispettare le prescrizioni imposte dal “Decreto Salva Enti”, rafforzando l’azione di consolidamento della stabilità finanziaria dell’Ente. Un risultato importante, tanto sotto il profilo tecnico-amministrativo quanto dal punto di vista propriamente politico». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, all’approvazione del Rendiconto di Gestione 2014 licenziato questa mattina dal Consiglio comunale.
«Il primo dato qualificante del bilancio approvato oggi è la dinamica di riduzione del disavanzo di amministrazione, passato da 41 milioni di euro a 34 milioni di euro, dunque ben oltre la misura prevista dal “Salva Enti” – afferma il sindaco di Foggia –. È un segnale che racconta un’inversione di tendenza rispetto al passato, possibile grazie all’attenta attività di controllo e razionalizzazione della spesa pubblica. Allo stesso modo possiede una valenza significativa la diminuzione del ritardo nei pagamenti, che già nel primo trimestre del 2015 è sceso a 21 giorni».
«Elementi che ci fanno affermare con convinzione di aver centrato uno dei più strategici obiettivi politici della nostra Amministrazione, per il quale ringrazio l’assessore al Bilancio, Sergio Lombardi, il dirigente dei Servizi Finanziari, Carlo Dicesare e l’intera struttura che ogni giorno lavora sul fronte finanziario: mettere in sicurezza i conti pubblici, in modo da permettere al Comune di Foggia di fornire risposte efficienti alle legittime aspettative della nostra comunità in termini di erogazione di servizi – sottolinea il primo cittadino –. Il Rendiconto di Gestione 2014 rispetta per intero non soltanto il Patto di Stabilità, ma anche i vincoli di finanza pubblica con riferimento alle prescrizioni della Corte dei Conti connesse al Decreto “Salva Enti”. Oggi tutti gli indicatori finanziari ed economici rispettano dunque le prescrizioni degli organi di controllo. Un dato straordinariamente positivo, soprattutto se confrontato con le attività che abbiamo messo in campo dal momento del nostro insediamento».
Per il sindaco di Foggia, infatti, sul Rendiconto di Gestione licenziato oggi dall’Assemblea consiliare «è difficile poter esprimere un giudizio politico nel senso stretto del termine – evidenzia Landella –. Il bilancio preventivo 2014 fu approvato solo ad ottobre dello scorso anno, dal che si deduce che il Rendiconto di Gestione è solo in parte l’esito del nostro lavoro politico-amministrativo. Nonostante questo, però, le attività della nuova Amministrazione comunale, in poco meno di un anno, sono state numerose e rilevanti: dalla riapertura del Teatro “Umberto Giordano”, con l’allestimento di due stagioni teatrali e di una musicale, che hanno totalizzato 26.690 presenze totali, agli interventi in economia per la copertura delle buche stradali attraverso Squadra ausiliaria, con un risparmio considerevole rispetto ai precedenti affidamenti esterni; dal rifacimento totale di alcune strade come via Manfredonia, viale Fortore, corso Garibaldi, tratturo Camporeale, via Alfonso d’Aragona, via Rosati, via Diomede, via Telesforo, all’installazione di telecamere di videosorveglianza per la sicurezza; dalla convenzione con l’Accademia di Belle Arti di Foggia per la gestione a titolo gratuito degli spazi della Pinacoteca “9Cento”, all’istituzione dell’isola pedonale in via Lanza; dal nuovo utilizzo per gli spazi riqualificati di piazza Mercato all’istituzione di una borsa di studio per il master “Accompagna” sulle vie Francigene del Sud; dalla manutenzione del Parco regionale dell’Incoronata e del Santuario al pattugliamento della Polizia Municipale nel centro storico nei fine settimana; dall’aumento della quota per i canoni locativi a favore delle famiglie disagiate al Protocollo d’intesa con la Guardia di Finanza e con l’Agenzia delle Entrate per il contrasto all’evasione fiscale;  dal progetto per il reinserimento lavorativo di ex tossicodipendenti in collaborazione con il Ser.T. dell’Asl al ripristino sistema di irrigazione, manutenzione di parchi e giardini e potature degli alberi in varie zone della città sino ai lavori di adeguamento allo stadio comunale “Pino Zaccheria” e all’azione politico-istituzionale attivata intorno al ripristino della piena operatività dell’aeroporto “Gino Lisa”».
«Sono solo alcune delle azioni che abbiamo realizzato, come detto, senza condizionare affatto la tenuta dei conti pubblici, ma, viceversa, rendendole compatibili con il consolidamento della finanza comunale, inaugurando così una stagione nuova e positiva – conclude il sindaco di Foggia –. È su questa traccia che continueremo ad operare  nell’interesse della città, proseguendo nell’impegno per restituire sviluppo socio-economico alla nostra Foggia»

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi