Asportati irrigatori nelle aree a verde pubblico, denunciati dal CNS furti in via Manzoni e viale Fortore

«L’Amministrazione comunale sta profondendo impegno e attenzione nel ripristino e nella cura del verde cittadino. I nostri sforzi, anche dal punto di vista economico, rischiano però di essere vanificati dagli atti di vandalismo e di inciviltà che stiamo purtroppo registrando negli ultimi giorni». Così il sindaco di Foggia, Franco Landella, commenta i furti delle bocchette di irrigazione che nelle ultime ore si sono verificati presso diversi parchi ed aiuole comunali.

«Come comunicatoci dal Consorzio Nazionale Servizi, cui è demandata la manutenzione delle aree a verde pubblico della città, nelle ultime ore si sono susseguiti diversi episodi di furti, che hanno lasciato senza bocchette di irrigazione le zone di viale Fortore e di via Manzoni – spiega l’assessore comunale al Verde Urbano, Francesco Morese –. Purtroppo non si tratta di episodi isolati. In numerose altre aree verdi, presso le quali sono stati effettuati interventi di ripristino degli impianti di irrigazione, sono stati infatti asportati “pop-up” e persino centraline elettriche. Questi comportamenti delinquenziali hanno dunque prodotto un evidente rallentamento del lavoro che stiamo ponendo in essere per restituire alla città i suoi spazi verdi e consentire ai cittadini di beneficiare di un ambiente urbano più decoroso».

Secondo quanto denunciato dal personale del CNS, in via Manzoni, esattamente nel perimetro delle aiuole che fiancheggiano l’Epitaffio, nella notte scorsa sono state asportate tutte le sei bocchette di irrigazione che fuoriescono dal terreno. In viale Fortore, invece, il furto delle due bocchette sarebbe avvenuto presumibilmente nella tarda mattinata del 20 agosto. «Questi furti sono un atto di inciviltà vergognoso, che produce un duplice danno per la comunità foggiana – sottolinea Morese –. Da un lato ogni qualvolta vengono rubati i cosiddetti “pop-up” l’attività di manutenzione del verde viene chiaramente rallentata; dall’altro il getto d’acqua necessario all’irrigazione di fatto viene disperso, producendo allagamenti e sprechi».

«Non conosco il fine di queste azioni scellerate. Per parte nostra provvederemo al potenziamento, nei limiti del possibile, della vigilanza delle aree verdi, al fine di prevenire il ripetersi dei furti – aggiunge il sindaco Landella –. L’appello che rivolgo ai foggiani è però quello di aiutarci a custodire e preservare un patrimonio che appartiene a tutti e verso il quale a più riprese i cittadini ci hanno chiesto maggiore impegno ed attenzione».

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi