Autobomba davanti agli uffici dell’imprenditore Zammarano, lo sdegno del sindaco Mongelli: “Un insulto intollerabile per una città onesta come la nostra”

“Una criminalità sempre più arrogante e aggressiva ha fatto esplodere ieri sera un’auto bomba in Via Grieco, di fronte agli uffici del costruttore Zammarano. Lo ha fatto poco prima delle otto di sera, incurante del rischio di causare una strage in un’ora in cui la città vive la tranquillità di un giorno festivo, con i foggiani  ancora in strada”. Lo afferma il sindaco Gianni Mongelli dopo il grave attentato avvenuto nella serata di ieri ai danni dell’imprenditore foggiano.

“Come Sindaco – continua il primo cittadino -, non posso non esprimere profonda preoccupazione per questi avvenimenti. Un attentato come quello di ieri, indifferente al rischio di coinvolgimento di ignari cittadini, è un insulto intollerabile per una città onesta ed è una minaccia inaccettabile per un imprenditore. Auspico che la Magistratura e le Forze dell’Ordine riescano quanto prima a individuare gli autori di questo gravissimo episodio. Lo spero, augurandomi che eventuali testimoni assicurino il loro apporto alle indagini e che gli imprenditori oggetto di queste azioni ignobili offrano la massima collaborazione agli inquirenti. Foggia reagisci!”

 

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi