Il servizio di riscossione tributi trasferito da Aipa SpA a Mazal Global Solutions Srl a seguito del fitto di ramo d’azienda

Il passaggio del servizio di riscossione dei tributi comunali dalla società Aipa SpA alla società Mazal Global Solutions Srl, avvenuto a seguito del fitto di ramo d’azienda effettuato dalla società titolare del servizio sino al 2020 alla società Gruppo KGS SpA, è un passaggio di natura esclusivamente gestionale, di cui l’organo politico di governo comunale ha semplicemente preso atto.
Nonostante si trattasse di una competenza completamente in capo alla tecnostruttura comunale, il sindaco Franco Landella ha comunque preteso di conoscere nel dettaglio modalità e termini della questione, convocando nella mattinata di venerdì una riunione cui hanno preso parte i dirigenti dei Servizi interessati e gli assessori comunali al Bilancio e ai Contratti ed Appalti, Annarita Tucci e Sergio Cangelli. La riunione ha permesso di conoscere analiticamente i pareri dei diversi dirigenti coinvolti, rispetto ai quali si è provveduto a fare sintesi, determinando il passaggio del servizio di riscossione alla nuova società Mazal Global Solutions Srl, a decorrere dal 1 luglio 2015, data in cui quest’ultima è subentrata nell’esecuzione del servizio.
Si tratta di un passaggio che comunque non inficia né modifica le procedure ancora aperte: da quella finalizzata alla rinegoziazione dell’aggio sino a quella inerente la restituzione delle somme riscosse da Aipa SpA sull’Imu e sul Fondo di Rotazione, rispetto alle quali è in corso un contenzioso tra società e Amministrazione comunale. Su quest’ultimo aspetto, in particolare, al momento esistono due pareri discordanti espressi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. A questo proposito, nella giornata di oggi il Comune di Foggia ha provveduto a formulare una richiesta di sintesi al Ministero, in modo da chiarire in modo definitivo la legittimità o l’illegittimità della riscossione da parte di Aipa SpA.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi